Teramo.Provincia:con il progetto “Adri-Seaplanes”, le sponde dell’Adriatico più vicine

alt

Al via le attività del progetto “Adri-Seaplanes”, finanziato nell’ambito del programma comunitario di Cooperazione transfrontaliera “CBC IPA Adriatico”.

E’ in corso di svolgimento in questi giorni (8 e 9 settembre), presso l’Ente Porto di Giulianova, il Meeting internazionale (Kick-Off Meeting), che segna l’inizio delle attività progettuali, con la partecipazione dei partner da Grecia, Montenegro, Croazia e Albania. Obiettivo principale del progetto è appunto quello di sperimentare nel bacino adriatico-mediterraneo un sistema di collegamenti veloci e a basso impatto ambientale tra i porti dei Paesi partner tramite l’impiego di idrovolanti. Il porto di Giulianova sarà quello da cui partiranno le nuove rotte verso Valona, Bar, Pola, Brindisi e Corfù, attraverso il noleggio di un mezzo da 19 posti.

Saranno testati già dall’estate 2012 i primi voli, come annunciato oggi nel corso della conferenza stampa con la partecipazione del Presidente della Provincia, Valter Catarra, l’Assessore alle Politiche comunitarie, Davide Calcedonio Di Giacinto, il presidente dell’Ente Porto, Pierangelo Guidobaldi, e l’assessore Archimede Forcellese del Comune di Giulianova. Presenti anche il manager del progetto, Giochino dell’Olio, e l’ing. Giovanni Giorgioni della Direzione Infrastrutture e Aeroporti dell’ENAC (l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile)

CATEGORIE
Condividi