Gran Sasso, Grande Fratello. Una rassegna di cinema documentario e cinema indipendente

alt

Teramo – La rassegna ha come oggetto i seguenti tag: “Abruzzo” “montagna” “terremoto” “guerra” “occupazione” “fiaba” “leggenda” “scacchi” “documentario” “cinema di finzione” “cinema indipendente” “diritti civili” “diritti umani” “strapotere dei media” “stato di diritto” “sfruttamento”. La rassegna sceglie, tra le innumerevoli possibilità, una serie di sei film. Di questi, due sono opere di finzione e quattro sono documentari. Le opere scelte hanno come elemento in comune i temi elencati sopra. Le opere di finzione sono più vicine di quanto si possa immaginare ai documentari. Soprattutto per elementi di realismo, a tratti molto diretto. Allo stesso tempo possiamo dire che i documentari utilizzano linguaggi e stili talmente personali che a buon diritto possono essere definite opere cinematografiche a tutto tondo. Soprattutto è l’uso sapiente del suono, della musica e del montaggio a farne opere con un alto grado di esteticità. Opere recenti e recentissime, queste ultime che, a nostro avviso, hanno avuto il merito di avere con chiarezza il polso della situazione, in Italia e nel mondo, per ciò che concerne gli argomenti trattati.

Gran Sasso, Grande Fratello. An overview of documentary films and independent cinema. Introduces Dimitri BOSI.
Come and meet us at the “M. Dèlfico” Library in Teramo on 11, 12 and 13 February 2013.

FREE ADMISSION UNTIL ALL PLACES ARE

This exhibition has as its object the following tags: “Abruzzo” “mountain” “earthquake,” “war” “occupation”, “fairy tale” “legend” “chess” “documentary” “fiction cinema” “independent film” “civil rights” “human rights” “excessive power of the media” “rule of law” “exploitation.” The overview chooses from among the countless possibilities, a series of six films. There are two works of fiction and four documentaries. The selected works have in common as the topics listed above. The works of fiction are more closer than you can imagine to the documentaries. Especially for elements of realism, sometimes very direct. At the same time we can say that documentaries use languages and styles so personal that can rightly be defined cinematographic works as well. There are, especially, the masterful use of sound, music and editing to create works with a high degree of aesthetics. The latter are recent and very recent works which, in our opinion, had the merit to have clearly the finger on the pulse of the situation in Italy and in the world, for what regards the covered topics.

CATEGORIE
Condividi