A San Giacomo di Atri si rievoca la Trebbiatura. Festa con “Gli Zingari Felici”

hftgcvSan Giacomo di Atri  –  E’ un piccolo centro, che si trova prima che si arrivi ad Atri. Da sempre  i residenti di San Giacomo sono uniti e capaci di organizzare eventi che rievocano antichi riti di una volta o gesti della vita quotidiana, oramai scomparsi. La quarta edizione della rievocazione per la “Festa della Trebbiatura”, vuole essere, non solo un momento di aggregazione per i residenti del paese e per gli ospisti , ma anche un modo per ricordare i vecchi riti delle vita quotidiana, cioè la Trebbiatura, fatta con macchine speciali oramai in disuso.Una volta la Trebbiatura era un momento importante, perché serviva a constatare la ricchezza di una famiglia e quello che si poteva disporre durante il perdiodo invernale. Il grano “prodotto”, infatti, spesso rappresentava l’unica sostentamento spendibile durante i mesi della neve e magari far diventare il prezioso frutto, un mezzo di scambio con altri beni, in molti casi di prima necessità. La festa della Trebbiatura di quest’anno, poi, sarà allietata da un gruppo musicale di alto spessore artisitco, “Gli Zingari Felici”, un gruppo molto famoso , non solo in Abruyzzo , che porta avanti un repertorio tra “Canti d’amore  e di protesta”.

CATEGORIE
Condividi