Arrestato giovanissimo: minacciava i clienti e nascondeva droga e soldi nelle parti intime

Massafra_Arresto(wn24)-Campli – . Riforniva di marijuana un quindicenne del posto, e lo “utilizzava” anche come pusher per vendere stupefacenti ad altri giovani del posto..
A fronte delle forniture, però, il giovane cliente aveva accumulato un debito di circa 700 euro e lo spacciatore, un marocchino di 22 anni, lo aveva minacciato a più riprese, anche di morte.Souflane Hdya, cittadino del Marocco di 22 anni,residente a Campli, deve rispondere dei reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione. Il giovane straniero è stato arrestato questa mattina, dai Carabinieri della stazione di Campli, diretti dal maresciallo Mimmo Sammarco, in esecuzione di un provvedimento cautelare, emesso dal Gip del tribunale di Teramo, Domenico Canosa, su richiesta del sostituto Andrea De Feis.
L’arresto è stato eseguito questa mattina, in collaborazione con una unità cinofila arrivata da Chieti e il marocchino, che aveva nascosto hashish e soldi negli slip, ha rischiato grosso, visto che i cani antidroga continuavano a ringhiare vicino ai genitali , che di contro continuava a negare di avere droga. In realtà, i militari hanno trovato 45 grammi di stupefacente. L’indagine era partita su una  segnalazione ai Carabinieri fatta  dallo stesso minorenne, stanco delle richieste di denaro da parte del nordafricano, per una debito che, i Carabinieri hanno scoperto dopo , era stato anche saldato.
 
CATEGORIE
Condividi