Omicidio a Sant’Omero: uomo ucciso a coltellate. L’origine alcool e futili motivi

ciapala(wn24)-Sant’Omero – Sattambi Ralalage Don Susira Nanayakkaram, 30 anni, operaio e padre di un figlio di tre anni, è stato accoltellato a morte con due fendenti alle spalle, da un connazionale, Udarachandima Kolamunnage, 29 anni, badante, residente a Milano, ma di fatto domiciliato a Sant’Omero. Cosa sia realmente accaduto, ieri notte, all’interno del condominio di Piazza Castrum Rufi 20, a Garrufo di Sant’Omero, bisogna ancora stabilirlo. I due connazionali e, di fatto, vicini di casa, avrebbero avuto un violento diverbio, animato da futili motivi,  forse alimentato anche dall’eccessivo alcool che uno dei due avrebbe ingurgitato.

Durante la lite, il più giovane degli asiatici, ha preso un coltello da cucina e ha ucciso con due colpi fatali alla schiena, il connazionale. L’omicida è stato arrestato dai Carabinieri della compagnia di Alba, in collaborazione con gli uomini del Nucleo Investigativo del Comando provinciale e della stazione di Nereto. L’inchiesta è seguita dal Sostituto Procuratore della Repubblica del Tribunale di Teramo, Bruno Auriemma.

 

CATEGORIE
Condividi