Arrestato pericoloso pregiudicato: rapine e spaccio erano le sue specialità

pregiudicato(wn24)-Senigallia (AN) – Un uomo originario della Provincia di Foggia, ma  da tempo residente a Senigallia, durante il periodo di permanenza, si è reso responsabile di vari episodi di reato, l’ultimo dei quali, commesso con un complice, anche lui di origine pugliese, nel gennaio di quest’anno, quando ha rapinato una ragazza, tossicodipendente, che si era rivolta ai due giovani, entrambi tossicodipendenti, per aver informazioni su dove acquistare dell’eroina. In quell’occasione i giovani, approfittando dello stato di debolezza della donna, la spingevano e la strattonavano e, successivamente, le strappavano dalle mani il denaro che la stessa aveva mostrato per l’acquisto della sostanza.
Come conseguenza dei reati di cui si è reso responsabile l’uomo, G.A. di 33 anni,  è stato emesso un ordine di carcerazione immediata a carico del soggetto. La maggior parte dei reati commessi sono relativi alla detenzione ed allo spaccio di stupefacent. In passato, nell’ambito di una grossa operazione antidroga diretta dalla Procura di Bari, l’uomo era stato arrestato, perché facente parte di un’associazione dedita al traffico di stupefacenti.
 
Il 33 enne pugliese è stato ammanettato e, dopo gli adempimenti di rito, è stato condotto nel carcere di Montacuto, dove dovrà scontare una pena definitiva di 6 mesi di reclusione. L’uomo, tra l’altro, per via dei gravi precedenti penali a suo carico, si trovava sottoposto alla misura della prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, applicata dal Tribunale di Ancona, nell’aprile di quest’anno, su richiesta del Commissariato, proprio per evitare che potesse commettere ulteriori reati.

CATEGORIE
Condividi