Centobuchi di Ascoli. Arriva il Festival “Cose Pop” con i Marlene Kuntz

manifesto_Cose_Pop(wn24)-Centobuchi (AP) – Questa sera debutta  la quarta edizione di “Cose Pop”, rassegna di musica live ad ingresso libero, organizzata dal Comune di Monteprandone e dalla Consulta Giovani, con la collaborazione logistica della cooperativa O.Per.O.
In Piazza dell’Unità, a Centobuchi, si esibiranno i Marlene Kuntz, al vertice della scena rock alternativa italiana fin dagli anni ’90. Il gruppo piemontese da tempo girano lo stivale con il loro “Tre di Tre Tour”, uno spettacolo particolare che è stato proposto durante l’inverno nelle atmosfere intime dei teatri e dei piccoli club.
Attraverso canzoni eseguite nella loro forma originaria e letture di testi con sottofondo ammaliante, i Marlene Kuntz svilupperanno un live che promette emozioni davvero profonde. Fra brani di repertorio e cover mozzafiato, momenti elettrizzanti e vena poetica, letture e percussioni, il concerto del questa sera, 12 agosto, regalerà al pubblico di Piazza dell’Unità una serata di musica intensa e spettacolare.
Un appuntamento imperdibile per tutti coloro che amano la musica indipendente e prediligono apprezzarla nella dimensione live. In questa quarta edizione di “Cose Pop”, gli organizzatori hanno scelto di ridurre il numero delle serate in programma, rinunciando agli appuntamenti dedicati ai gruppi emergenti e concentrando così le risorse su due grandi eventi, il concerto dei Marlene Kuntz di questa sera e il concerto dei “Tre Allegri Ragazzi Morti”, previsto per il 19 agosto prossimo presso il parco “Il Boschetto” di Monteprandone.
Il delegato alle Politiche Giovanili dell’amministrazione comunale monteprandonese, Federico Aragrande, spiega: “I bilanci economici degli enti locali vivono momenti di sofferenza e d’altra parte le necessità di spesa sono in aumento, in particolare per il sociale. I primi capitoli del bilancio a venire tagliati sono quelli della cultura, ma pur riducendo il nostro sforzo abbiamo voluto continuare a investire lo stesso su “Cose Pop”, ricevendo anche un contributo del BIM Tronto. Crediamo sia giusto proporre artisti di qualità e far così identificare il festival e la cittadina a livello nazionale”.
CATEGORIE
Condividi