Grottammare.Bando per raccogliere olive su suolo pubblico.Il guadagno? Prezioso extravergine

ulivi-in-toscana(wn24)-Grottammare – In tempi di crisi tutte le attività che possono procurare una forma di reddito, diventano importanti. Lo sono altrettanto se, invece, di denaro contante o elettronico, si può ricavare qualche prodotto della terra, per di più biologico e di un certo valore nutritivo, come l’olio d’oliva extravergine. Gli amministratori pubblici, in questo caso quelli del Comune di Grottammare, sono coscienti ed è per questo che hanno formulato un bando pubblico, per la raccolta delle olive sui terreni di proprietà dell’Ente.
La Giunta comunale, infatti, ha  approvato un serie di regole, per disciplinare  un’attività che, per consuetudine, raccoglie un certo interesse da parte dei cittadini. Fino al 1 ottobre prossimo,infatti,tutti i cittadini possono fare domanda di concessione mediante i moduli prestampati disponibili, a partire dai prossimi giorni, presso l’ufficio Manutenzioni  del Comune o sul web. 
 
Le richieste pervenute andranno a formare la graduatoria per l’assegnazione della concessione, in base ai seguenti indicatori:
per la sola raccolta delle olive, punti 2;
per la raccolta e potatura delle piante, punti 3;
per la raccolta, potatura, smaltimenti del materiale di risulta e ripulitura dell’area, punti 4;
Successivamente alla potatura,  il personale tecnico comunale valuterà l’operato, assegnando un punteggio (da 0 a 3) spendibile, eventualmente, nella graduatoria di assegnazione 2014.
 
Gli alberi di ulivo di proprietà comunale, alcuni dei quali anche secolari,  sono poco più di un centinaio e si trovano nelle seguenti aree:
– Parco della Madonnina
– Parco Bau in Via Salvo d’Acquisto
– Bosco dell’Allegria
– strada comunale Cuprense nei pressi del quartiere  “Cocomazzi”
– area verde in via Galilei;
– parcheggio comunale al paese alto
– spartitraffico di via Spontini
– via Salvo D’Acquisto davanti al centro commerciale “l’Orologio”
– SS 16 in corrispondenza della rotatoria autostradale
– area spartitraffico di via Galilei all’incrocio con la SS 16
– via Lombardia
– Parco I Maggio
 
La concessione, a titolo gratuito e per la durata di un anno, consente esclusivamente quelle attività strettamente finalizzate alla raccolta delle olive. Il raccolto può essere destinato al solo consumo personale, la violazione di tale obbligo comporta il diritto del Comune a richiedere il corrispettivo eventualmente ottenuto dalla commercializzazione dei frutti o dell’olivo da questi ricavato. La somma recuperata sarà destinata a fini sociali. 
 
Info presso gli uffici del servizio Manutenzioni, Patrimonio e Tutela ambientale, in via F.lli Rosselli  a Grottammare. Tel. 0735 739268
 
 
 

CATEGORIE
Condividi