Formignano. Rubava energia elettrica e gas: arrestato un 39enne

foto-enel-1(wn24)-Fermignano (PS) – Ieri pomeriggio, il personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di P.S. di Urbino, ha tratto in arresto un cittadino italiano di 39 anni, residente a Fermignano, sorpreso in flagranza di reato a rubare energia elettrica e gas metano, per uso domestico. L’uomo era già noto alle Forze dell’Ordine.
Nel corso della consueta attività di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, gli Agenti del Commissariato hanno acquisito indizi sulla  possibilità che il 39enne, usufruisse del servizio di erogazione di energia elettrica all’interno della sua abitazione, senza pagare il corrispettivo alla società ENEL Distribuzione.
Questa ipotesi risultava comprovata dal fatto che l’abitazione dell’uomo, che già da tempo ufficialmente risultava non fruire più del servizio di fornitura di elettricità, dall’esterno risultava comunque ben illuminata.
Per questo motivo nel pomeriggio di ieri, i Poliziotti procedevano ad un controllo, avendo modo di constatare che il contatore corrispondente all’appartamento del sospettato, a suo tempo bloccato dalla società fornitrice, risultava essere stato manomesso e bay-passato, in modo tale da continuare ad erogare elettricità.
Emergeva, inoltre, che anche il contatore del gas metano, già sigillato da Marche Multiservizi, era stato abusivamente riattivato. In entrambi i casi risultava che gli interventi sui contatori erano stati effettuati con una particolare maestria, circostanza che rendeva necessario l’intervento di tecnici specializzati per procedere ad un nuovo distacco.
L’illecito prelievo di energia elettrica e gas, secondo quanto accertato, continuava oramai da un paio d’anni, per un danno totale di 3.000 euro circa. Per questo  motivo l’uomo è stato tratto in arresto. Questa mattina la restrizione è stata convalidata e l’uomo è stato rimesso in libertà in attesa del processo.
CATEGORIE
Condividi