Maxi frode fisco: arresti a Torino. Indagini anche nelle Marche

guardia-di-finanza-tonda(wn24)-Torino – E’ un’operazione portata avanti dalla Guardia di Finanza, che si sta estendendo a macchia d’olio. Per adesso, intanto, due imprenditori di Torino, attivi nel commercio internazionale di prodotti informatici, sono stati arrestati nel capoluogo piemontese, per un giro di false fatturazioni, con cui avrebbero sottratto al Fisco un imponibile di 80 milioni di euro e 18 milioni di Iva non pagata. Secondo i primi accertamenti sarebbero coivolte ben 58 società, tra cui 42 italiane e 16 straniere in dieci stati esteri. Le indagini, come specificato, si allargano a macchi d’olio e ci sarebbero anche degli indagati  in Lombardia, Liguria, Toscana, Marche e Lazio. Per quanto concerne le Marche, le zone di interesse, sarebbero quelle di Tolentino e Macerata..

CATEGORIE
Condividi