L’Aquila. D’Alfonso ora può guidare l’Abruzzo. In pochi giorni arriverà anche la Giunta

(wn24)-L’Aquila – 20140406-spot-dalfonso-960x500 Dopo 17 giorni dalle elezioni sono stati proclamati gli eletti del nuovo Consiglio regionale abruzzese. L’ufficio elettorale centrale della Corte d’Appello dell’Aquila ha terminato il lavoro e ha proclamato presidente Luciano D’Alfonso, a capo di una coalizione di centrosinistra, e altri 30 consiglieri, compreso l’uscente Gianni Chiodi, di Forza Italia, a capo della coalizione arrivata seconda. Questo il nuovo Consiglio regionale sulla base delle deliberazioni dell’ufficio centrale elettorale. Chieti: Partito Democratico, Silvio Paolucci, Camillo D’Alessandro, Antonio Innaurato; Movimento 5 Stelle, Sara Marcozzi, Pietro Smargiassi; Forza Italia, Mauro Febbo; Abruzzo Civico, Mario Olivieri; Italia dei Valori, Lucrezio Paolini. L’Aquila: Pd, Pierpaolo Pietrucci, Giuseppe Di Pangrazio; M5S, Gianluca Ranieri; Fi, Emilio Iampieri; Ac, Andrea Gerosolimo; Regione facile, Lorenzo Berardinetti; Centro democratico Maurizio Di Nicola. Pescara: Pd, Donato Di Matteo, Alberto Balducci, Marinella Sclocco; M5S, Domenico Pettinari, Leandro Bracco; Fi, Lorenzo Sospiri; Sinistra ecologia libertà Mario Mazzocca. Teramo: Pd, Dino Pepe, Sandro Mariani, Donato Monticelli; M5S, Riccardo Mercante; Fi, Paolo Gatti; Ncd, Giorgio D’Ignazio; Abruzzo Futuro, Mauro Di Dalmazio. A questi 29 vanno aggiunti i consiglieri di diritto Luciano D’Alfonso, presidente della Giunta regionale, e Gianni Chiodi, secondo candidato presidente più votato. Il ritardo nella proclamazione è stato causato sia dai tempi più lunghi del previsto della trasmissione dei dati alla Corte d’Appello da parte delle Commissioni circoscrizionali centrali dei Tribunali di Chieti e Pescara, sia dall’interpretazione della complessa, nuova legge elettorale.

CATEGORIE
Condividi