Formula 1: l’ex Pilota Emanuele Naspetti accusato di bancarotta

 

 

 

 

 

 

 

 

(wn24)-Ancona –  Decisamente nei guai, giudiziari, ovviamente,l’ex pilota di F1 Naspetti.E’ accusato di aver distrattio il patrimonio sociale, consistente in un appartamento situato a Verona, del valore di 1,2 milioni di euro e di un’auto, La tenuta di scritture contabili furono tenute in modo tale da non potersi ricostruire affari e patrimonio sociale tra il 2009 e il 2010, sopravvalutazione di partecipazioni azionarie in bilancio. Sono le accuse di bancarotta fraudolenta per distrazione e false comunicazioni sociali contestate nel processo ad Ancona che vede imputato Emanuele Naspetti, 47 anni, manager ed ex pilota di F1, la cui azienda Naspetti spa fallì nel marzo 2011. In giudizio è costituita la curatela fallimentare con l’avv. Alessandro Scaloni.


Il processo è iniziato oggi ed è poi slittato al 29 ottobre. Secondo l’accusa, l’ex pilota avrebbe commesso i reati quando era rappresentante legale e liquidatore della società: con una serie di escamotage contabili, in particolare, avrebbe ceduto la nuda proprietà dell’immobile a se stesso e l’usufrutto alla moglie con una scrittura privata, trasferendosi un contratto preliminare tra altre due società. Naspetti non avrebbe riversato somme già pagate da una delle due aziende (circa 500 mila euro) per la compravendita e poi avrebbe contratto un mutuo da 960 mila euro per pagare l’altra parte, saldandone appena due rate.

 

 

 

 

 

 

 

 

CATEGORIE
Condividi