A Roseto è iniziata ufficialmente l’era del Sindaco Mario Nugnes. Al PalaMaggetti non mancava (quasi) nessuno/VIDEO

A Roseto è iniziata ufficialmente l’era del Sindaco Mario Nugnes. Al PalaMaggetti non mancava (quasi) nessuno/VIDEO

(wn24)- Tutti sorpresi dal numeroso pubblico accorso sulle gradinate del PalaMaggetti, non per vedere le evoluzioni della squadra di basket, ma per assistere alla cerimonia della “prima volta” di Mario Nugnes, Sindaco della città che ha giurato sulla Costituzione e per la proclamazione dei consiglieri comunali eletti e per l’annuncio degli Assessori designati, per la votazione a scrutinio palese( con l’astensione della diretta interessata) di Gabriella Recchiuti come Presidente del Consiglio comunale.

Grande sorpresa, ma non tanto, ( mettere il cappello su un’operazione politica ancora va di moda????) anche per la presenza del Presidente della Giunta regionale Marco Marsilio, del sottosegretario Umberto De Annuntiis, del Consigliere regionale (exM5S) Marco Cipolletti, del Presidente della Provincia di Teramo, Diego Di Bonaventura, dei Sindaci di Teramo D’Alberto, di Giulianova Jwan Costantini di Silvi  Andrea Scordella. Gli ex Deputati Giulio Sottanelli e Dante D’Elpidio. Gli ex Sindaci di Roseto Angelozzi, Crisci e Di Bonaventura, alcuni rappresentanti delle amministrazioni di Morro D’Oro e Mosciano Sant’Angelo, oltre che dirigenti politici, tutti i rappresentanti delle forze dell’ordine e i parroci delle Chiese della città. Grande assente , invece, in questa “prima volta” , la Lega e in modo particolare l’Onorevole Giuseppe Bellachioma, “autore” della “scesa in campo” dello sconfitto al ballottaggio William Di Marco.

Prima dell’inizio dei lavori è stato intonato l’Inno d’Italia cantato a cappella dal coro istituzionale “Ars Vocalis”. Nugnes ha confermato che la sua Giunta, composta prevalentemente da giovani, avrà un filo diretto con la cittadinanza. 

In apertura di seduta, però, è stata Teresa Ginoble, in qualità di “consigliera anziana”, ad illustrare le varie procedure tecniche previste in questi casi. La stessa presidente ha tra le altre cose confermato che a fine ottobre il fratello, l’ex parlamentare Tommaso Ginoble, ha presentato le dimissioni da consigliere comunale. La surroga però potrà avvenire solo nella prossima seduta che probabilmente ci sarà già entro metà novembre. Al posto di Ginoble entrerà in consiglio l’ex assessore Nicola Petrini.

Nominati anche i capigruppo delle forze politiche presenti in Consiglio: Paolo De Nigris per Azione, Simona Di Felice per Altracittà-Casa Civica-Volt, Christian Aceto per Under, Annalisa D’Elpidio per Operazione Turismo. Ci sono poi i capigruppo dell’opposizione, Teresa Ginoble, Rosaria Ciancaione, Sabatino Di Girolamo, William Di Marco e Francesco Di Giuseppe.L’esordio del rappresentante di Fratelli D’Italia Di Giuseppe non ha “deluso” i seguaci e gli elettori e in perfetto “style”  ha sollevato la prima, ma non sarà sicuramente l’ultima, polemica circa il suo posizionamento nell’aula consigliare: a destra e non a sinistra come desiderio di Enio Pavone, capogruppo di “Fare Roseto”. Lo stesso Di Giuseppe ha avanzato formale richiesta al sindaco protocollando l’atto con il quale chiede appunto di sedersi a destra.

CATEGORIE
Condividi