Marche. Perde la madre per un tumore e Luna decide di devolvere i regali della prima comunione in favore della ricerca

(wn24)-Ancona – Dopo aver perso la madre Susanna nel 2020, a causa di un tumore al pancreas, Luna ha deciso di devolvere i regali ricevuti per la sua prima Comunione a favore della ricerca alla Clinica Oncologica degli Ospedali Riuniti di Ancona dove era in cura la mamma.

“In occasione della mia Prima Comunione – spiega – insieme al mio papà ed alle persone che mi vogliono bene, ho voluto dare un contributo alla ricerca, che grazie al gesto di mia mamma ora sta cercando di scacciare via questa brutta malattia e non farla tornare mai più”.Da qui l’iniziativa, in concomitanza con la Giornata mondiale della lotta contro il tumore al pancreas, a favore del reparto guidato dalla prof. Rossana Berardi, con i collaboratori prof.
    Riccardo Giampieri e dott. Alessandro Bittoni. “Nel gennaio 2019 una diagnosi crudele ci ha proiettati all’improvviso nell’incubo di un universo parallelo – ricorda Raffaele Menzella, marito di Susanna e padre di Luna -, senza punti di riferimento, senza informazioni affidabili, soli nella disperazione e nostro dolore. La prof.ssa Berardi ci ha accolti in Clinica Oncologica, mettendoci a disposizione le (poche) armi oggi presenti per combattere questa terribile malattia”.
    “Sono circa 14.300 i cittadini in Italia che hanno ricevuto una diagnosi di cancro al pancreas nel 2020. – ricorda la prof.
    Berardi – E’ una neoplasia contro cui le armi efficaci sono ancora troppo poche. Solo il 12% delle donne e l’11% degli uomini sono vivi a 5 anni dalla diagnosi. “Per la mancanza di sintomi specifici, nella maggior parte dei casi non è possibile un riconoscimento precoce della patologia. Investire nella ricerca è l’unica strada per combattere una malattia ancora molto difficile da trattare”. 

CATEGORIE
Condividi