Montorio al Vomano. Comune: crisi della Giunta Altitonante dopo che Barnabei rivela il motivo della sua epurazione

Montorio al Vomano. Comune: crisi della Giunta Altitonante dopo che Barnabei rivela il motivo della sua epurazione

(wn24)-Montorio al Vomano(TE) – Non si è fatta attendere in consiglio comunale la risposta dell’ex-vicesindaco Raniero Barnabei alla sua epurazione dalla giunta da parte del Sindaco Fabio Altitonante. In un ambiente molto teso fra i consiglieri di maggioranza, sabato scorso, in occasione della discussione dell’interrogazione presentata dall’opposizione sulla revoca della nomina del vicesindaco, si è consumato un acceso scontro verbale fra Barnabei e Altitonante. L’aperta frattura ha segnato il seguito. Consapevole di non avere la maggioranza, il sindaco si è visto infatti costretto a votare per la prima volta una mozione dell’opposizione sul nuovo polo scolastico. A darne notizia sono i consiglieri di minoranza Eleonora Magno Andrea Guizzetti del gruppo di “Montorio Guarda Avanti”.

“Sabato scorso in consiglio comunale si è potuta testare la tenuta e la solidità dell’attuale maggioranza” dichiarano i consiglieri del gruppo di Montorio Guarda Avanti“In una situazione di grande tensione fra i consiglieri di maggioranza, alla nostra interrogazione sulle motivazioni che lo avevano portato a revocare la nomina da vicesindaco, Altitonante come al solito non ha risposto chiaramente,  limitandosi a dire semplicemente  che era stata una rotazione voluta dalla maggioranza a seguito dei risultati ottenuti nel primo anno di amministrazione. A quel punto, nonostante il tentativo del sindaco di impedire che prendesse la parola, lo stesso Barnabei lo ha duramente smentito, adducendo la sua “epurazione” al fatto che il sindaco, poco presente a Montorio a causa dei suoi impegni in Lombardia, avesse timore di essere oscurato dall’operatività dell’ex vicesindaco”.

E’ ormai evidente la frattura che si sta consumando in maggioranza fra il gruppo che sostiene il sindaco e quello che sostiene Barnabei, con rapporti di forza che quasi si equivalgono e che stanno mettendo in seria difficoltà Altitonante.

“In occasione della discussione della mozione da noi presentata per approfondire la riflessione sulla localizzazione del nuovo polo scolastico, il sindaco, che nei giorni precedenti era convinto di respingerla come aveva già fatto per tutte le altre nostre proposte, accorgendosi di ritrovarsi in minoranza, per non andare sotto con i numeri, si è visto costretto per la prima volta votare a favore” aggiungono i consiglieri Magno e Guizzetti. “Infatti si era capito sin dall’inizio della seduta, che i consiglieri Raniero Barnabei e Adele Ricci, coerenti con quanto avevano dichiarato, ovvero che da adesso in poi avrebbero votato con coscienza ogni proposta che andasse a favore della comunità indipendentemente da chi venisse presentata, avrebbero votato a favore della mozione dell’opposizione. Strane anche le assenze dei consiglieri Mariella Calisti e Mirco Tomassetti. In sintesi, se il sindaco si fosse  opposto, sarebbe andato sotto 6 a 5, ed ha affidato all’assessore Francesco Ciarrocchi, vistosamente nervoso, di comunicare il voto a favore”.

“Pur rimanendo distanti a livello politico, come già espresso in consiglio comunale, rinnoviamo la nostra solidarietà umana al consigliere Raniero Barnabei per il trattamento ricevuto dal sindaco Fabio Altitonante” concludono i consiglieri di minoranza di Montorio Guarda Avanti Magno e Guizzetti“Finalmente qualcuno anche nella maggioranza, o in quel che ne rimane, si oppone ai modi arroganti del sindaco; siamo molto soddisfatti che altri consiglieri da oggi in poi valuteranno ogni iniziativa, anche dell’opposizione, mettendo davanti a tutto il bene della comunità. Ci preoccupa invece l’atteggiamento dimesso della nuova giunta, che nessun apporto ha dato alla discussione in consiglio. Come cittadini montoriesi dobbiamo augurarci che questa squadra disponga delle energie e delle competenze adeguate per affrontare le sfide che ci attendono, tra PNRR e ricostruzione post sisma. Come consiglieri di opposizione non faremo mancare al paese il nostro contributo costruttivo”.

CATEGORIE
Condividi