Pescara. Blitz Carabinieri nei campetti sportivi  di Rancitelli occupati abusivamente dai rom

Pescara. Blitz Carabinieri nei campetti sportivi di Rancitelli occupati abusivamente dai rom

(wn24)-Pescara – Blitz dei carabinieri di Pescara questa mattina nei campetti sportivi dell’Istituto Manthonè nel quartiere Rancitelli, occupati da anni da alcune famiglie rom.

L’intera area, occupata da oltre cinque anni, è stata posta sotto sequestro su disposizione del Pm Sciarretta e del Gip Colantonio. 5 persone di etnia rom sono state denunciate. A loro sono stati contestati i reati 633 del Codice penale, invasione arbitraria di terreni o edifici pubblici o privati al fine di occuparli o di trarne profitti. Reati puniti con la reclusione fino a due anni o con una sanzione da 103 a 1.032 euro. Le famiglie rom utilizzavano l’area per allevare polli e riparare e ricoverare i loro veicoli.
Contestato anche l’articolo 639 del codice penale per deturpazione e imbrattamento dei beni altrui. Per questo reato è prevista la pena di reclusione da uno a sei mesi o una multa da 300 a 1.000 euro. Una situazione insostenibile tollerata per troppo tempo, hanno sottolineato alcuni cittadini residenti nella zona. L’area posta sotto sequestro, di proprietà della Provincia di Pescara, tornerà nella disponibilità dell’Istituto Manthonè. Gli studenti, a causa della presenza delle famiglie rom, da anni non hanno potuto svolgere l’attività sportiva. L’Area, sottratta ai rom dai carabinieri, una volta dissequestrata dovrà essere riqualificata e ristrutturata dall’amministrazione provinciale di Pescara prima di essere restituita all’Istituto Manthonè.

CATEGORIE
Condividi