Abruzzese parte per il giro del mondo in barca a vela, ma lo arrestato in Papua Nuova Guinea in Oceania per traffico internazionale di droga

Abruzzese parte per il giro del mondo in barca a vela, ma lo arrestato in Papua Nuova Guinea in Oceania per traffico internazionale di droga

(wn24)-Redazione – L’uomo si chiama Carlo D’Attanasio, 52 anni, è abruzzese ed è nato ad Ortona,  ma pescarese d’adozione, ora è detenuto, da 18 mesi, in Papua Nuova Guinea in Oceania con una pesante accusa: aver importato 611 chili di cocaina.

Nell’ultima trasmissione anche “Le Iene” su Italia 1, si è interessato del caso e ascoltando le parole di D’Attanasio, si è capito che è una “trama” molto complessa tanto da spingere il recluso a sottolineare come sono inconsistenti le prove a suo carico, tanto spingere i Giudici a riformulare una nuova ipotesi di reato. La droga è stata rinvenuta in un aereo caduto nei paraggi, ma al momento non è chiara la dinamica secondo la quale si sarebbe arrivato poi al nome di D’Attanasio.

Il 52enne ha tentato diverse volte il giro del mondo in barca a vela, salpando di nuovo poco prima che esplodesse nel mondo la pandemia di Covid 19.

CATEGORIE
Condividi