Loreto Aprutino. Parte il progetto “Nidi in campagna”, favorire la riproduzione di uccelli utili per l’agricoltura

Loreto Aprutino. Parte il progetto “Nidi in campagna”, favorire la riproduzione di uccelli utili per l’agricoltura

(wn24)-Loreto Aprutino(PE) – Parte il progetto “Nidi in campagna”: a partire dalla prossima primavera, sulle colline di Loreto Aprutino(PE), sorgeranno 150 nidi artificiali per favorire la riproduzione di uccelli utili all’agricoltura e che con la loro presenza rappresentano dei veri e propri indicatori di qualità ambientale.

Sei produttori locali hanno scelto di mettersi insieme per investire sulla biodiversità del territorio e scommettere sulla tutela. Le aziende Amorotti, Ciavolich, De Fermo, Talamonti, Torre de Beati e Valentini, unite alla Società Ornitologia Abruzzese (SOA), lanciano il progetto “Nidi in campagna” incentrato sull’idea di tutelare, difendere e valorizzare il territorio da un punto di vista agronomico, paesaggistico e turistico.

“Già già nel 2019 – si legge in una nota firmata dai produttori e dalla Soa – quando un anacronistico e dannoso progetto di costruzione di una centrale a biometano per lo smaltimento dei rifiuti di buona parte d’Abruzzo e del Lazio era stato paventato accanto a vigneti storici dell’areale citati già negli anni 80 da Luigi Veronelli nella sua pubblicazione sui migliori cru d’Italia, questo gruppo di produttori si era unito a difesa del proprio territorio ed era riuscito nell’intento di far abortire non solo la centrale a biometano, ma anche la successiva assurda idea di una megaporcilaia su siti archeologicamente interessati”. Da quel momento, dalla forza impiegata dal gruppo nella lotta contro qualcosa, è nato il desiderio di unirsi a favore di Loreto Aprutino”.

E’ cosi partito un progetto associativo che vede uniti i 6 produttori Amorotti, Ciavolich, De Fermo, Talamonti, Torre de Beati e Valentini per tutelare la grande biodiversità presente nell’areale agricolo di Loreto Aprutino anche con il progetto “Nidi in campagna”, proposto dalla S.O.A. (Società Ornitologia Abruzzese). L’obiettivo è incrementare la biodiversità locale nelle campagne grazie alla diffusione di 150 nidi artificiali, posti a lato di vigneti e uliveti secolari che circondano le famose colline che hanno fatto la storia di questo territorio, in modo da favorire la riproduzione di quelle specie di uccelli utili all’agricoltura (prevalentemente insettivori) e che con la loro presenza rappresentano degli indicatori di qualità ambientale.

CATEGORIE
Condividi