Montagna nel teramano. La “Gran Baita” di Prati di Tivo compie 60 anni. Una nota di Vincenzo Santarelli

Montagna nel teramano. La “Gran Baita” di Prati di Tivo compie 60 anni. Una nota di Vincenzo Santarelli

(wn24)-Prati di Tivo(TE) – ( di Vincenzo Santarelli) – Con le abbondanti nevicate di questi giorni, subito tornano alla mente i paesini di montagna con le magiche atmosfere con la neve che scende e fiocco dopo fiocco crea quei paesaggi da favola in cui vorremmo immergerci. Proprio oggi, 3 marzo, in uno di questi paesini si festeggiano i 60 anni della nascita del primo hotel. Parliamo dello storico albergo “La Gran Baita” di Prati di Tivo, frazione di Pietracamela. Proprio oggi nel 1962 veniva inaugurato il primo hotel del Piazzale Amorocchi, che si trova sulla destra prima di arrivare nella piazza, in una posizione strategica, e dal quale la mattina per chi ci ha pernottato è possibile alzarsi ed ammirare il Gran Sasso dalla finestra.  
Solo ammirando qualche foto si riesce a percepire l’idea di un’altra epoca ancora agli albori. Gli impianti di risalita non esistevano, di fronte non c’era nessuna delle strutture oggi esistenti, a conferma che il suo ideatore ed investitore Aladino Parogna aveva intuito e creduto in quel luogo.  Davvero il pioniere della Prati Di Tivo moderna. Aladino Parogna all’inizio degli anni sessanta ha permesso a migliaia di persone di poter soggiornare a Prati di Tivo in quella che poi negli anni ottanta verrà soprannominata la Cortina D’Abruzzo sia per la bellezza naturale della location, sia perché il boom dello sci, degli impianti di risalita, e degli investitori portarono la località tra le più rinomate del centro Italia.

“La Gran Baita” con orgoglio della famiglia Parogna-De Luca, ancora oggi porta avanti e gestisce lo storico hotel, nonostante le mille difficoltà degli ultimi anni, dalla chiusura degli impianti sine die, fino alla pandemia.  Dal mare alla montagna chi ha visitato Prati Di Tivo è certamente entrato almeno una volta nella Gran Baita, dove cortesia e cordialità non sono mai mancate. Un hotel che ha ristorante e bar annessi, con a fianco la Scuola Italiana dei maestri di sci dove il direttore è il Mirko De Luca, nipote di Aladino, oggi allenatore nazionale, che ha fatto di Prati di Tivo la sua vita.

CATEGORIE
Condividi