Roseto. Identità culturale: “Via Colombo e Via Marina intervento subito per fermare il degrado”/FOTO

Roseto. Identità culturale: “Via Colombo e Via Marina intervento subito per fermare il degrado”/FOTO

(wn24)-Roseto – Nel corso della conferenza stampa di questa mattina la proposta presentata è stata quella di rifare da subito ciò che è fattibile, per dare una sistemata a una situazione di assoluto degrado. A portarla avanti ci ha pensato Identità Culturale Rosetana attraverso il contributo di Franco Di Giorgio e William Di Marco, i quali hanno mostrato le foto di un abbandono che ormai dura da diversi anni. Via Marina vive un decadimento che ormai si perde nella notte dei tempi e sono lustri che i residenti segnalano lo stato di abbandono totale. Eppure lungo tutto la strada insistono diversi tra hotel, alberghi, pensioni e attività commerciali.

Non è affatto un bel biglietto da visita. In merito a questa via, il gruppo Identità Culturale Rosetana propone di programmare da subito almeno per il rifacimento dei cordoli e per dare una sistemata sommaria a tutto il marciapiede. È vero che per la zona è previsto un intervento radicale, per realizzare un parcheggio a pettine e una nuova viabilità, ma i tempi si allungherebbero di molto, mentre la zona va riqualificata, soprattutto perché è percorsa da molti turisti, ospiti delle strutture ricettive e frequentanti il vicino giardino del pontile. Per via Colombo la situazione è un po’ diversa. Il tratto più a Sud andrebbe soltanto ripulito, con piccolissimi interventi di riparazione. La parte più nuova, che fu oggetto di un intervento radicale sotto l’amministrazione del sindaco Enio Pavone, negli anni è stata del tutto abbandonata.

Oggi ci sono tratti che, dopo una semplice pioggia, risultano infangati e non molto usati dagli automobilisti. Altri segmenti sono pieni di erbacce. Inoltre, lungo la strada, c’è un dehor (veranda) che occupa una parte della carreggiata e che appartiene a un’attività di ristorazione, oggi chiusa. Quell’appendice andrebbe rimossa da subito. Infine, c’è la discarica a cielo aperto nei pressi del sottovia Thaulero, che non solo andrebbe ripulita, ma tenuta in ordine e igienizzata quotidianamente.

Insomma, le due vie molto importanti della zona mare, che potrebbero essere un riferimento per il decoro urbano, oggi sono nella totale incuria. Non aspettiamo la realizzazione di grandi progetti, che, se verranno, saranno la soluzione definitiva: per il momento ripariamo il necessario, così da dare dignità a due strade che d’estate sono molto frequentate dai villeggianti.

CATEGORIE
Condividi