Marche. Per la ragazza scomparsa il 12 marzo: sopralluogo degli investigatori a Montecarotto

Marche. Per la ragazza scomparsa il 12 marzo: sopralluogo degli investigatori a Montecarotto

(wn124)-Ancona – Dopo un periodo di tempo, gli investigatori hanno deciso che occorreva un altro sopralluogo nella campagne di Montecarotto(AN) da dove la mattina del 12 marzo, si sarebbe allontanata Andreea Rabciuc, 27enne campionessa di tiro a segno di origini romene, dopo una lite con il fidanzato durante un party a cui avevano partecipato altre due persone.

Dalle ore 10 i carabinieri, con squadre cinofile e Sis (Sezioni investigazioni scientifiche), stanno battendo palmo a palmo il casolare di campagna, la roulotte e le zone limitrofe alla ricerca di elementi utili a rintracciare Andreea o per capire cosa sia accaduto.
Il fidanzato della 27enne, Simone Gresti, trasportatore di 43 anni, è indagato per sequestro di persona: respinge ogni addebito, dicendosi convinto che la ragazza stesse bene e si stesse nascondendo “nascondendo” come aveva fatto altre volte in passato. Trascorsi oltre due mesi e mezzo dalla scomparsa, però, gli interrogativi sulla sorte di Andreea sono sempre più pesanti.
    Il telefono della ragazza era stato restituito alla madre della stessa da Gresti secondo cui proprio Andreea lo avrebbe consegnato prima di allontanarsi a piedi. Al sopralluogo, disposto dal pm di Ancona Irene Bilotta, titolare delle indagini, sono presenti anche il difensore di Gresti, l’avv.
    Emanuele Giuliani e il consulente di parte Andrea Ariola, titolare della Servizi investigativi. La difesa avrebbe consegnato agli inquirenti alcuni elementi in proprio possesso, ora coperti dal segreto istruttorio. Nell’ambito dell’inchiesta la Procura ha disposto accertamenti irripetibili, eseguiti dall’analista forense Luca Russo, su cinque cellulari sequestrati; ed esami medico legali, su tracce organiche nell’auto di Gresti.

CATEGORIE
Condividi