Abruzzo Regione. Mariani:” Santangelo e Febbo contro Asl Teramo. Cosa pensano rappresentanti teramani del centrodestra?”

Abruzzo Regione. Mariani:” Santangelo e Febbo contro Asl Teramo. Cosa pensano rappresentanti teramani del centrodestra?”

(wn24)-L’Aquila – “A stupirmi non sono stati gli attacchi, diretti e feroci, del Vice Presidente del Consiglio Regionale, l’aquilano Roberto Santangelo, e del Capogruppo di “Forza Italia” in Consiglio Regionale, il chietino Mauro Febbo, contro la Asl di Teramo, accusata di essere stata autorizzata dalla Regione Abruzzo allo sforamento dei tetti di spesa per il personale di circa 5 milioni di euro per permettere così la proroga di cinque mesi dei contratti degli infermieri e degli OSS in scadenza prevalentemente al 31 luglio, quanto piuttosto il silenzio dei rappresentanti teramani della maggioranza che non hanno speso una singola parola a difesa della stessa. Delle due l’una: o concordano con gli attacchi alla sanità teramana, o non hanno il coraggio di mettersi contro l’asse aquilano-chietino formato da Santangelo e Febbo”.

Questo il pensiero del Capogruppo di “Abruzzo in Comune” in Consiglio Regionale Sandro Mariani che pone l’accento sulla totale “sudditanza” dei rappresentanti teramani all’interno della maggioranza a guida Marsilio. “Non nascondo che, in questi giorni, mi sarei atteso una levata di scudi da parte dell’Assessore Quaresimale, un intervento presso il Governatore da parte dei consiglieri Di Matteo, Di Gianvittorio e Cardinale, tutti stizziti e stupiti dinanzi a questi attacchi contro la Asl di Teramo e i suoi vertici, che è bene ricordarlo sono stati nominati proprio dall’attuale maggioranza di centrodestra…e invece nulla: non hanno avuto nulla da dire contro chi attacca la nostra sanità, chiede di svilirla, la accusa di sforare i tetti di spesa e di non essere efficiente come quella aquilana e chietina, confermando che per questa maggioranza Teramo ha il ruolo di “Cenerentola” d’Abruzzo” conclude Mariani.

CATEGORIE
Condividi