Pineto. Quercia e altri fusti abbattuti: la zona è stata inserita nel piano ripiantumazioni

Pineto. Quercia e altri fusti abbattuti: la zona è stata inserita nel piano ripiantumazioni

(wn24)-Pineto(TE) –  Qualche giorno fa una quercia e altre piante sono state tagliate in Via della Stazione a Pineto. Tale decisione è stata presa dal Comune poiché, da una perizia dell’agronomo incaricato, è emerso che tali alberi avessero le radici compromesse. A danneggiarle sia un ristagno di acqua che il transito di mezzi agricoli. La quercia e gli altri arbusti si trovavano infatti nei pressi di un terreno privato coltivato.

L’ente si è subito attivato per provvedere alla ripiantumazione. “Ci siamo immediatamente attivati – commenta l’Assessora all’Ambiente del Comune di Pineto, Marta Illuminati – per inserire quella zona nel piano di donazioni, quindi verranno piantumati alberi più resistenti a questo tipo di sollecitazioni”. Il Comune di Pineto da ormai due anni ha attivato lo sportello del verde il servizio di assistenza e consulenza per le problematiche di gestione e tutela del verde ornamentale, pubblico e privato. Il servizio comprende anche tutte le verifiche fitosanitarie e bio-statiche delle piante con rilascio di relazione tecnica e assistenza alla compilazione dei documenti per le autorizzazioni comunali di intervento sugli alberi. Si ricorda che è possibile richiedere un sopralluogo di un tecnico abilitato il quale si recherà dall’utente per valutare la situazione. I sopralluoghi e le attività di consulenza sono completamente gratuiti per il cittadino. Ulteriori informazioni possono essere richieste agli uffici comunali, è possibile anche telefonare al 0861.777139 o scrivere una mail all’indirizzo: [email protected].

“Spiace constatare come si facciano polemiche senza essersi informati prima – commenta Illuminati – qualcuno ci ha infatti accusato di aver tagliato una quercia senza ragione ignorando che abbiamo agito dietro la perizia di un qualificato agronomo.  Lo sportello del verde è un servizio molto apprezzato dai cittadini soprattutto in una città che deve al patrimonio arboreo il suo stesso nome. A volte per evitare brutte figure a mezzo stampa può essere sufficiente una telefonata”.

CATEGORIE
Condividi