Abruzzo. Dopo le forti mareggiate, Pepe(PD):” Gli operatori turistici colpiti lasciati soli dalla Regione

Abruzzo. Dopo le forti mareggiate, Pepe(PD):” Gli operatori turistici colpiti lasciati soli dalla Regione

(wn24)-L’Aquila – “Le immagini che in queste ore arrivano dalla spiaggia di Alba Adriatica provocano davvero tanta amarezza. Ieri pomeriggio sono stato ad Alba a condividere le sofferenze e i problemi della comunità. Pensavo di trovare l’ufficio opere marittime e qualche rappresentante dell’esecutivo regionale ma, purtroppo, sono completamente assenti dal maggio scorso, quando terminarono il fallimentare progetto della spiaggia di alimentazione. La costa teramana, sottoposta alle mareggiate di questo finale d’autunno, mostra ancora una volta, in maniera inequivocabile, l’inefficacia degli interventi decisi dalla giunta Marsilio a suon di milioni” commenta il Consigliere regionale Dino Pepe.

“Voglio esprimere tutta la mia solidarietà e vicinanza ai cittadini, agli operatori e alla intera Comunità di Alba Adriatica, ferita e mortificata dal perdurare di questa situazione e lasciata da sola da chi ha urlato soluzioni miracolose durante l’ultima campagna elettorale, promettendo scogliere mai realizzate” prosegue Pepe.“Con colpevole ritardo è stato finalmente deliberato il milione agli chalet colpiti dalle mareggiate del 2019, spero non si perda ulteriormente tempo nell’istituire un tavolo di crisi per affrontare l’attuale grave disagio che i tanti soggetti coinvolti stanno soffrendo” prosegue il Consigliere Pepe e conclude:”

Marsilio e la sua giunta hanno il dovere di dare risposte a chi rischia di vedere distrutto il lavoro di anni, insieme ai colleghi Paolucci,  Blasioli e Pietrucci, come gruppo del Partito Democratico, abbiamo richiesto una riunione urgente dei Capigruppo. È inaccettabile che sulla lotta all’erosione costiera si navighi a vista, senza programmazione e sperperando risorse, mentre l’acqua mette in pericolo gli stabilimenti, distrugge aree attrezzate e continua a ingoiare metri di arenile”.

CATEGORIE
Condividi