Controguerra. Coppia adescava clienti per rapporti sessuali: ignari uomini soli percossi e rapinati

Controguerra. Coppia adescava clienti per rapporti sessuali: ignari uomini soli percossi e rapinati

(wn24)-Controguerra(TE) – Era stato un susseguirsi di eventi di microcriminalità da ottobre a dicembre dello scorso anno: una coppia di fidanzati prima attirava clienti su internent , promettendo rapporti sessuali, ma poi, una volta entrati in casa, venivano picchiati e rapinati.

La “formula” era ben oliata: la ragazza, avvenente, adescava clienti su alcune piattaforme internet fissando con loro degli appuntamenti presso la sua abitazione  per prestazioni sessuali a pagamento. Presso l’appartamento la giovane si faceva poi trovare insieme al suo fidanzato che dopo aver minacciato e percosso le vittime, gli sottraeva denaro, carte di credito ed altri effetti personali. Le tre rapine accertate sono state perpetrate il 27 ottobre, il 5 dicembre ed il 17 dicembre dello scorso anno, ma non si esclude che ci siano analoghi fatti non denunciati. In tutti e tre i casi le vittime venivano minacciate di ritorsioni in caso avessero denunciato l’accaduto alle forze dell’ordine. 
I malcapitati, nonostante le minacce ricevute, hanno tuttavia trovato il coraggio di denunciare quanto accaduto ai Carabinieri della Stazione di Corropoli.

Gli investigatori dell’Arma, attraverso l’audizione dei denuncianti che ne hanno descritto la fisionomia e, soprattutto, indicato l’abitazione dove i delitti erano stati consumati, hanno quindi identificato la coppia di presunti rapinatori, un ragazzo ed una ragazza già noti per i loro precedenti. Sulla base delle predette attività d’indagine, coordinate e dirette dalla Procura della Repubblica di Teramo, il G.I.P., lunedì scorso 2 gennaio, ha emesso a carico dei due presunti autori delle rapine un’Ordinanza di Custodia Cautelare in regime di Arresti Domiciliari.

All’alba di ieri, mercoledì 4 Gennaio i militari della Compagnia di Alba Adriatica, hanno quindi catturato gli indagati sottoponendoli alle sopra indicate misure restrittive.

CATEGORIE
Condividi