Basket serie B.  La Liofilchem Roseto batte( 72-76) il Sant’Antimo e porta a dieci le vittorie consecutive

Basket serie B. La Liofilchem Roseto batte( 72-76) il Sant’Antimo e porta a dieci le vittorie consecutive

GEKO PSA SANT’ANTIMO-LIOFILCHEM ROSETO 72-76 (16-19; 39-39; 56-57)

SANT’ANTIMO: Vergara ne, Montanari 6, Coralic ne, Scali 17, Mennella 8, Quarisa 2, Cantone 3, Sabatino ne, Maggio 10, Cannavina ne, Sgobba 18, Gloria 8. Coach: Gandini.

ROSETO: Fiusco 3, Zampogna 23, Dincic, Morici 6, Seck 4, Mastroianni 4, Amoroso 4, DI Emidio 23, Natalini, Santiangeli 9. Coach: Quaglia.

Tiri da 2: S.Antimo 19/36, Roseto 16/32.

Tiri da 3: S.Antimo 7/27, Roseto 11/33.

Tiri liberi: S.Antimo 13/17, Roseto 11/13.

Rimbalzi: S.Antimo 32 (Scali 9), Roseto 45 (Amoroso 11)

(wn24)-Sant’Antimo(NA) – La Liofilchem Roseto coglie una fondamentale vittoria sul difficile parquet di Sant’Antimo: il 72-76 del PalaPuca è il decimo successo consecutivo per i biancazzurri di coach Quaglia, che inaugurano il girone di ritorno scavalcando proprio la formazione campana al terzo posto in classifica.

Eppure la partenza era stata decisamente shock: 12-0 in apertura per la Geko PSA, con Roseto che per attendere i primi canestri deve pescare dalla panchina. Ma l’ingresso di Alfonso Zampogna è di quelli che spaccano la partita: 13 punti nei primi 5’ di impiego che valgono il sorpasso Liofilchem sul 16-19 della prima sirena.

E’ ancora lo scatenato playmaker reggino a segnare il +6 in apertura di secondo quarto, ma Sant’Antimo nonsta e col duo Gloria-Sgobba rimette la testa avanti. Uscito Zampogna, il compagno di reparto Di Emidio ne raccoglie però il testimone: cinque punti in fila, biancazzurri sul 27-33. Qualche palla persa di troppo, e l’energia di Mennella e Sgobba riequilibrano però la situazione: si gira la boa di metà partita sul 39-39 con un canestro acrobatico di Quarisa sulla sirena.

L’avvio di terzo quarto è di nuovo complicato per Roseto, che si carica di falli e torna a -6 con un paio di acuti di Maggio. Anche nel momento di difficoltà la Liofilchem riesce però a tenere la barra dritta: Zampogna è ancora implacabile dall’arco, Seck si fa sentire sui due lati del campo e il canestro di Zampogna vale il vantaggio rosetano (56-57) a fine terzo quarto.

L’ultimo periodo è il regno di uno strepitoso Edoardo Di Emidio, che lo inizia con cinque punti in rapida successione. La Geko risponde però con l’impatto del giovane Montanari: tre canestri di fila, ancora parità a quota 62. I liberi di Seck e soprattutto due fondamentali canestri di Santiangeli tengono davanti i biancazzurri, ma Cantone a 1:23 dal termine segna gli unici tre punti della sua partita mettendo paura a Roseto sul -2. Ma è ancora Edoardo Di Emidio a togliere le castagne dal fuoco, con un canestro di rara difficoltà che vale il +4 nell’ultimo minuto. Un vantaggio che la Liofilchem difende con lucidità per il 72-76 finale, uno dei successi più pesanti dell’intero cammino di Amoroso e compagni.

Toccato il terzo posto solitario in classifica, Roseto ha l’opportunità di avvicinare ulteriormente la vetta domenica prossima: al PalaMaggetti arriverà la LUISS Roma, che condivide assieme a Ruvo il primato di classifica a +4 sulla Liofilchem. 

CATEGORIE
Condividi