Teramo elezioni. Giro D’Italia, Antonetti:” Regione e capacità organizzativa: tre tappe in Abruzzo, tra cui una a Teramo”

Teramo elezioni. Giro D’Italia, Antonetti:” Regione e capacità organizzativa: tre tappe in Abruzzo, tra cui una a Teramo”

(wn24)-Teramo – “Voglio ringraziare la Regione Abruzzo per essere riuscita, con una grande dimostrazione di capacità organizzativa e con un notevole sforzo economico, ad ottenere con un importante accordo con RCS la “Grande Partenza” del Giro d’Italia, ovvero delle prime tre tappe che saranno ospitate per la prima volta nella storia sul territorio abruzzese. La Regione- dice Carlo Antonetti, candidato a Sindaco di Teramo in una colalizionbe di centrodestra- ha avuto la sensibilità di assegnare a Teramo la partenza della terza tappa consentendole di avere una importante visibilità nazionale e internazionale.

 Da uomo di sport, che conosce le complesse macchine organizzative delle manifestazioni nazionali, posso intuire quale sia stato lo sforzo profuso dall’amministrazione guidata dal presidente Marsilio per tingere di rosa la nostra Regione rinnovando quell’ideale vocazione per le due ruote, tanto sportive quanto turistiche, che l’Abruzzo ha nel suo dna e che ora sta trasformando in buona prassi.

 Una buona prassi che seguiremo anche noi, con una scelta di mobilità ecosostenibile che nel nostro programma si declinerà in una reale implementazione della rete ciclabile della città progettando, laddove possibile, corsie preferenziali, ma con una programmazione tale da evitare l’attuale “disordine” che è fonte di pericoli per gli stessi ciclisti, a causa di una incerta regolamentazione del traffico. Non sarà mai, invece, tra le nostre prassi quella che appare sempre più una irrefrenabile pulsione al comparire che spinge l’attuale amministrazione comunale a intercettare momenti di visibilità mediatica su temi attinenti la sua attività amministrativa, peraltro ad essa non consentita in periodo di campagna elettorale, attribuendosi meriti e successi altrui. 

Sperare di lucrare vantaggi elettorali dalla corsa rosa, dopo aver peraltro assegnato alle due ruote qualche pennellata di vernice rossa sull’asfalto, è il segnale più che evidente della distanza che esiste tra l’essere e l’apparire nell’attuale governo della nostra città. Il Giro d’Italia partirà da Teramo grazie all’impegno e alla scelta della Regione Abruzzo che ha anche finanziato per le città interessate la sistemazione degli asfalti che ospiteranno il passaggio della carovana. Il resto- conclude Antonetti-  rientra nella normale dinamica di un’amministrazione che deve ovviamente cercare di rendere più completo e interessante un evento di tale portata”.

CATEGORIE
Condividi