Pescara. Dopo gli arresti per droga e appalti, il Sindaco Masci “suona” la carica:” Ora facciamoci i test antidroga”

Pescara. Dopo gli arresti per droga e appalti, il Sindaco Masci “suona” la carica:” Ora facciamoci i test antidroga”

(wn24)-Pescara – Dopo i “fatti” il Sindaco Masci suona la carica e annuncia con una nota il “codice etico” sull’uso degli stupefacenti in Comune. Volontario, ma vale anche per i consiglieri comunali

Un codice etico antidroga per tutti i dipendenti comunali, agli assessori, ai consiglieri comunali e ai più stretti collaboratori del primo cittadino.

«La cronaca di questi giorni – così il sindaco Carlo Masci – ha purtroppo dimostrato che occorre alzare il livello di attenzione e di salvaguardia del Comune, verso l’esterno e verso l’interno, e pertanto applicherò per analogia quanto già previsto per gli agenti di Polizia municipale, che devono sottoporsi a un test finalizzato a riscontrare l’eventuale uso di sostanze stupefacenti e psicotrope».

«Si tratta di un provvedimento a tutela della loro salute e a garanzia dell’intera cittadinanza, considerato che si tratta di pubblici ufficiali che rappresentano un’istituzione. Naturalmente l’adozione del test – precisa Masci – avverrà nel pieno rispetto delle leggi e delle regole in argomento, e su base volontaria. Il codice etico è uno strumento che aumenta i criteri di trasparenza e di efficienza da sempre adottati a Palazzo di Città, e che rispecchia appieno l’impegno dell’amministrazione nel combattere e nel prevenire l’uso di droghe e di alcool, come eloquentemente testimoniato dalle nostre politiche nel sociale che chiunque può riscontrare anche nella quotidianità, oltre che nelle iniziative a lungo respiro».

«A breve – conclude il sindaco – vareremo anche uno sportello di aiuto e tutela per i dipendenti tramite il quale si possa chiedere supporto alle strutture comunali per eventuali situazioni patologiche da affrontare e curare».

CATEGORIE
Condividi