Civitella del Tronto. Dopo la frana del 2017, arriva una nuova urbanizzazione

Civitella del Tronto. Dopo la frana del 2017, arriva una nuova urbanizzazione

(wn24)-Civitella del Tronto(TE) –  Guido Castelli. commissario alla ricostruzione, ha partecipato alla cerimonia di consegna dei lavori di urbanizzazione dell’area di Sant’Eurosia di Civitella del Tronto (TE), località nella quale la comunità della frazione di Ponzano, colpita dal sisma e dalla frana del 2017, potrà costruire le sue abitazioni.

    Il 13 febbraio 2017, in località Ponzano di Civitella del Tronto si innescò un movimento franoso di circa 60 ettari che coinvolse strade e infrastrutture, determinando inoltre l’inagibilità di 31 fabbricati, abitati da 39 nuclei familiari.
    Dopo la definizione della procedura per la delocalizzazione della comunità, nel 2020 è stato approvato il relativo Piano attuativo a cui è seguito, da parte del Comune, un progetto complessivo per l’urbanizzazione dell’area, per un importo di 4,2 milioni di euro.

La ricostruzione delle abitazioni verrà curata direttamente dai circa 110 privati coinvolti, i quali stanno procedendo alla presentazione dei progetti all’Usr Teramo.
    Alla cerimonia, oltre al commissario Castelli, hanno preso parte il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, il vescovo di Teramo Lorenzo Leuzzi, il presidente della Provincia di Teramo Camillo D’Angelo, il sindaco di Civitella del Tronto Cristina Di Pietro.
    “Dopo anni di studi, approfondimenti e la ricerca di una soluzione idonea – ha dichiarato Castelli – oggi finalmente per molti abitanti di Ponzano comincia il percorso verso una nuova vita con la loro comunità.

Una comunità che ha dato dimostrazione di forte coesione quando ha scelto di non frammentare Ponzano, ma di compiere un percorso comune restando unita. È stato emozionante – ha aggiunto – poter condividere questo giorno con il sindaco Di Pietro, con la quale ho condiviso i giorni terribili della frana e della ‘tempesta perfetta’ che l’aveva preceduta nell’inverno del 2017: sisma, neve e blackout. Ringrazio la Regione, e in particolare il presidente Marsilio, la Protezione Civile e l’Usr per la costante collaborazione e per l’attenzione dimostrata nei confronti di questa realtà”.

CATEGORIE
Condividi