Promossa dall’Aps Tramand’Arti, nasce nella Valle del Fino la prima “Università della Libera età”

Promossa dall’Aps Tramand’Arti, nasce nella Valle del Fino la prima “Università della Libera età”

(wn24)-Castiglione Messer Raimondo(TE) – Con la prima lezione, in programma il 27 ottobre 2023, prenderà il via nella Valle del Fino, la prima Università della Libera Età. L’iniziativa, promossa dall’Aps Tramand’Arti presieduta da Paola Giancaterino si presenta come una assoluta novità sul territorio, occasione di incontro, crescita culturale e confronto per tutti gli interessati. L’Università ha, infatti, un carattere prettamente sociale, aggregativo e formativo, è aperta a tutti, qualunque sia il livello di istruzione conseguito e l’età. Al termine dell’Anno Accademico, come in realtà analoghe nel territorio nazionale, non si rilascerà alcun titolo, ma un semplice attestato di partecipazione. Le lezioni si terranno nell’ex scuola di Appignano, frazione di Castiglione Messer Raimondo, locali messi a disposizione dall’Amministrazione Comunale che ha patrocinato l’iniziativa.

Fanno parte del Senato Accademico, coordinato da Evelina Frisa, ideatrice e promotrice dell’iniziativa: Laura BarbieriFrancesco BarillaroElodia Di VincenzoLuisiana FerrettiPaola GiancaterinoGianluca LiberatiAngelo PanzoneGiuliano PerilliClaudia Scardetta e Marino Spada.

Il programma dell’Anno Accademico 2023/2024 – che sarà presentato il 27 ottobre alle 17 al piano terra dell’ex scuola – prevede una lezione al mese della durata di circa un’ora, con inizio sempre alle 18, con vari esperti. Si inizierà il 27 ottobre con il direttore della Riserva Naturale Regionale Oasi WWF dei Calanchi di Atri, il naturalista Adriano De Ascentiis, il quale terrà una lezione dal titolo “Riserva dei calanchi. Tra Natura e Tradizioni”. Si proseguirà il 29 novembre con il professor Dante Marianacci, poeta e scrittore con una lunga esperienza da diplomatico, il quale proporrà, dialogando con la giornalista Evelina Frisa, delle riflessioni sulla cultura italiana all’estero e presenterà il suo libro ‘Conversazioni sul cinema’ (Ianieri edizioni). Il 14 dicembre ci sarà il giornalista Filippo Lucci con un focus sulle politiche europee per il terzo settore. Il 18 gennaio 2024 il Comandante provinciale dei Carabinieri di Teramo, Colonnello Pasquale Saccone discuterà, colloquiando con il giornalista Marino Spada, delle truffe online e di come difendersi. Il 22 febbraio ci sarà una lezione dal titolo “Promozione del benessere psico-fisico nei cicli di vita: pratiche di consapevolezza e competenze emotive” con la psicologa, psicoterapeuta e sessuologa Agata Pascale. Il 28 marzo l’architetta Cinzia Iezzi, esperta in tinture naturali e di infeltrimento, dedicherà la sua lezione al tema “Dalle piante un mondo di colori. Le tinture naturali”. Si proseguirà il 23 aprile con una lezione dedicata all’arrivo dell’acqua in Valfino e alla figura di Michele Candelori tenuta dallo scrittore appassionato di storia locale Francesco Barillaro. Il 16 maggio ci sarà l’avvocata Gabriella Italiani la quale parlerà del “Cosa fare dopo una truffa? Azioni legali da intraprendere”. Sono previste anche visite a siti di interesse, gite, cene sociali e altro che saranno comunicate successivamente. Le date e gli orari potrebbero subire variazioni.

Siamo felici e orgogliosi di portare nel territorio della Valle del Fino una Università della Libera età – dichiara la giornalista Evelina Frisa coordinatrice del progetto e vice presidente di Tramand’Arti – abbiamo inserito nel senato accademico figure impegnate nell’associazionismo residenti nei comuni del teramano della Valle del Fino: Castiglione M.R., Bisenti, Castilenti, Arsita, Montefino, ma anche Atri e Cellino Attanasio e siamo aperti a nuove collaborazioni e stimoli. Ringrazio Paola Giancaterino, presidente dell’associazione Tramand’Arti, per aver creduto in questa idea e tutti coloro che hanno deciso di partecipare come docenti. Un ringraziamento va anche all’Amministrazione Comunale di Castiglione M.R. per il patrocinio e per averci messo a disposizione i locali e alla BCC di Castiglione M.R. e Pianella per il supporto”.  

“Tramand’Arti è una associazione di recente costituzione – spiega la Presidente Paola Giancaterino – ma con all’interno persone che hanno un ricco bagaglio di esperienze nell’associazionismo e nei centri di educazione ambientale. Il nostro intento è quello di organizzare sul territorio della Valle del Fino corsi, laboratori, incontri con esperti e scambi generazionali per tramandare conoscenze, arti e saperi, per riscoprire mestieri antichi. Questa estate abbiamo avuto un grande successo con il campus estivo organizzato per i più giovani del territorio e da poco abbiamo promosso e curato la pubblicazione del libro “Ci arjièsce” di Ernesto Di Nicola (Hatria Edizioni) e ci avviamo alle attività autunnali e invernali. Oltre all’Università della Libera Età, sempre nei locali dell’ex scuola di Appignano, organizzeremo vari corsi. Il primo in ordine di tempo è un corso di ecoprint su shopper di cotone tenuto da Cinzia Iezzi e che si terrà il 14 ottobre alle 15. Per restare informati sulle nostre attività e proposte c’è la pagina Facebook Tramand’Arti costantemente aggiornata”.  

            “Accolgo con entusiasmo questa lodevole iniziativa e questa opportunità per la nostra vallata – dichiara il Sindaco di Castiglione Messer Raimondo, Vincenzo D’Ercole – l’Associazione Tramand’Arti punta a valorizzare le tradizioni e a creare occasioni culturali e sociali, un esempio è l’Università della Libera Età che potrà essere un luogo di ritrovo per quanti la frequenteranno, uno spazio di conoscenza e condivisione. Inoltre, avendo sede ad Appignano, avrà sicuramente ricadute positive per la valorizzazione di questo nostro bellissimo borgo medievale. Auguro un buon lavoro e un grande in bocca al lupo a questa nuova associazione del nostro territorio comunale e auspico che le attività proposte possano durare nel tempo e attrarre anche persone fuori dalla nostra vallata”.

Il contributo per l’intero corso è di 50 euro, più 15 euro di tessera associativa Tramand’Arti che prevede scontistiche su altre attività organizzate e la copertura assicurativa. La quota comprende tutte le lezioni in calendario. L’Università Popolare non comporta il rilascio di titoli, esami o prove. Al termine dell’anno accademico verrà rilasciato un attestato di frequenza. È possibile frequentare anche singole lezioni, con un contributo di 8 euro cadauna e tessera associativa (15 euro) valida un anno solare. Per info e iscrizioni: 3280028996 – 339.3560655. 

CATEGORIE
Condividi