Università di Teramo. 84 gli studenti Diplomati per il Master in “Innovazioni e trasformazioni digitali della PA”

Università di Teramo. 84 gli studenti Diplomati per il Master in “Innovazioni e trasformazioni digitali della PA”

(wn24)-Teramo – Sono 84 gli studenti che oggi hanno ottenuto il diploma nel Master di II Livello in Innovazione e trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione, attivato per la seconda edizione dall’Università di Teramo. Il successo di iscrizioni al Master sottolinea l’impegno dell’Ateneo e del Dipartimento di Scienze Politiche nel supportare la trasformazione digitale nel settore pubblico, in linea con le recenti iniziative legislative, il PNRR e con il Recovery Plan dell’Unione Europea.

«Oggi – ha spiegato il coordinatore del Master Andrea Ciccarelli – celebriamo non solo il successo accademico dei nostri studenti ma anche il loro imminente contributo alla modernizzazione della Pubblica Amministrazione in Italia. Questo programma è stato disegnato per equipaggiare i futuri leader con le competenze necessarie per navigare e guidare la rivoluzione digitale. Siamo fiduciosi che i nostri laureati porteranno un’innovazione significativa nel settore pubblico».

Il Master ha ottenuto il sostegno di numerosi partner, tra cui Adecco Italia, Mylia, CIO Club e Anitec-Assinform, che hanno fornito preziose conoscenze e competenze pratiche, fondamentali per il curriculum del corso. La collaborazione con queste organizzazioni leader ha permesso agli studenti di acquisire una prospettiva unica sulle sfide e sulle opportunità presenti nella digitalizzazione della Pubblica Amministrazione.

«Adecco Italia – ha dichiarato Alessandra Spagnolo, Public Sector Director – è fiera di aver stabilito con il mondo universitario collaborazioni come questa, che contribuiscono all’evoluzione del settore pubblico attraverso la creazione e lo sviluppo delle competenze dei giovani che colgono le sfide professionali offerte oggi dalla PA. Questo partenariato permette un reciproco arricchimento, a vantaggio nostro per il confronto fondamentale con il mondo accademico e a vantaggio degli studenti, a cui offriamo la possibilità di misurarsi con i fabbisogni di competenze di un’ampia gamma di datori di lavoro pubblici».

CATEGORIE
TAGS
Condividi