Scoperta a Colonnella una discarica abusiva: di notte depositavano anche rifiuti edili

Scoperta a Colonnella una discarica abusiva: di notte depositavano anche rifiuti edili

(wn24)-Colonnella(TE) –  In seguito alla messa in atto di un servizio di vigilanza, monitoraggio e osservazione  i Carabinieri della locale Stazione, I Carabinieri del Nucleo Forestale di Alba Adriatica e i vigili della Polizia Locale hanno scoperto una discarica abusiva nel Comune di Colonnella(TE).

E’ scattata la denuncia all’A.G. infatti è stata applicata la nuova Legge entrata in vigore il 10 ottobre 2023 che stabilisce un’ammenda penale e non più una sanzione amministrativa come era prima stabilito per l’abbandono illegale di rifiuti. Con la nuova disposizione di Legge chi viene individuato ad abbandonare rifiuti è punito con una ammenda che va da 1.000 a 10.000 euro, salvo trattarsi di rifiuti pericolosi nel cui caso la pena è aumentata fino al doppio, invece precedentemente per lo stesso tipo di illecito era prevista una sanzione amministrativa pecuniaria dai 300 ai 3.000 euro.

I citati servizi di controllo preventivo continueranno senza sosta al fine di scoraggiare chi in barba ad ogni normativa e non curanti degli inevitabili danni che arrecano all’ambiente, scaricano illecitamente rifiuti che andrebbero conferite nelle apposite discariche. Contestualmente si invitano i cittadini a segnalare ai Carabinieri ogni episodio o circostanza riguardante abbandoni illegali di rifiuti di cui vengono a conoscenza.

Il servizio è stato articolato con frequenti passaggi e controlli nei luoghi ove sempre più spesso degli incivili abbandonano di tutto dalla mobilia in disuso, ai materiali di risulta dei cantieri edili e perfino rifiuti solidi urbani che andrebbero conferiti nella normale raccolta differenziata. Inoltre nei luoghi attenzionati sono state posizionate delle foto-trappole. Il dispositivo di vigilanza dallo spiccato scopo preventivo per dissuadere ogni forma di abbandono di rifiuti non ha lesinato risultati anche dal punto di vista repressivo. Infatti nel corso delle attività e in due diverse occasioni sono stati pizzicati due soggetti, uno del luogo l’altro proveniente dalle Marche bloccati mente si disfacevano di rifiuti abbandonandoli nel suolo. I due venivano pizzicati mentre abbandonavano dei grossi sacchi neri contenenti materiali di risulta di lavori edili.

CATEGORIE
TAGS
Condividi