Nazionali. Roma: Columbus International Award, un successo la 4a edizione nella sala Capitolare del Senato 

Nazionali. Roma: Columbus International Award, un successo la 4a edizione nella sala Capitolare del Senato 

(wn24)-Roma – (di Massimiliano Ferrara) –  Lo scorso 15 dicembre, alle ore 15:30, ha avuto luogo a Roma, su iniziativa di Fondazione ITALY nella Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva presso il Senato della Repubblica, in Piazza della Minerva, l’attesissima 4a edizione del COLUMBUS INTERNATIONAL AWARD –  Roma Special Edition. Un vero successo e un evento internazionale intriso di storia, cultura, eccellenza e ricerca che ha lasciato il pubblico accorso, i relatori, gli ospiti, le istituzioni e i premiati senza parole. In particolare hanno apprezzato la cura per il dettaglio e la gestione ben coordinata.

Andiamo per ordine. Ospitato nella bellissima Sala Capitolare, dove storia, cultura e arte si interscambiano e integrano, suscitando emozioni uniche, si è svolto il convegno alla presenza del numeroso pubblico accorso, che ha completamente riempito la sala. L’ingresso era solo su invito. L’evento è stato trasmesso in diretta streaming sul sito del Senato della Repubblica e sul relativo canale YouTube.

Ideato e fondato dal Dott. Massimiliano FerraraPresidente di Fondazione ITALY, l’evento ha goduto del patrocinio della Commissione Europea – Rappresentanza in Italia, della Regione Lazio, del Consiglio Regionale del Lazio, della Regione Liguria, di Città Metropolitana Roma Capitale, di Città Metropolitana di Genova, della Città di Roma e del Comune di Genova.

Condotto dalla giornalista Marilena Alescio, impeccabile nel gestire gli ospiti, i relatori e i premiati e che ha ben saputo coordinare tempi, dopo i saluti iniziali da parte dell’organizzatore, il convegno ha visto l’intervento dei cinque relatori:

•        Dott. Ruggero Marino, giornalista, scrittore e poeta, tra i maggiori esperti e studioso a livello mondiale di Cristoforo Colombo, quattro libri rivoluzionari su questa importante figura, di cui uno tradotto in sette Paesi, un lungo saggio in inglese, 30 anni di studio ricercando la verità, a volte scomoda, su Colombo, quattro libri di poesia, due di aforismi e due romanzi, di cui uno con Riccardo Fellini, fratello del grande Federico;

•        Prof. Edoardo D’Angelo, dottore della Sorbona, professore ordinario di Letteratura latina medievale e umanistica presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Napoli “Suor Orsola Benincasa”, con Dottorato Honoris Causa del Ministère des Affaires Entrangères et du Dévéloppement, Université de Caen-Normandie (Francia). Il suo curriculum è vasto e ci limitiamo alle sue 28 monografie e ai 141 articoli in riviste e volumi miscellanei scientifici. Ha inoltre prodotto la curatela di 12 volumi miscellanei;

•        Dott. Pasqualino Buonfiglio, Presidente di SFP – Social Future Project Italia, associazione di promozione e tutela del Made in Italy, della cultura e del patrimonio italiano;

•        Dott. Goffredo Palmerini, giornalista internazionale e scrittore, studioso dell’emigrazione italiana, autore di tredici volumi di cui uno tradotto e pubblicato negli Stati Uniti, membro di prestigiose istituzioni culturali in Italia e all’estero. Numerosi i riconoscimenti di cui è insignito per il giornalismo e per l’attività letteraria;

•        Prof. Franco Leone, storico e ricercatore d’arte, che ha ricevuto numerosi riconoscimenti e premi per la Cultura Italiana, insignito, tra gli altri, del Premio Internazionale di Letteratura “Comunicare l’Europa”, del Premio Internazionale La Sapienza di Roma e del Premio Internazionale di Letteratura Bruxelles.

Il convegno è stato allietato da un bellissimo momento musicale grazie al duo Francesco Troilo Di Carlo e Albatea Internullo, bravissimi cantanti che con la loro voce, il modo raffinato di esecuzione, il loro amore e l’impeccabile interpretazione, nonostante il sistema audio non fosse adatto alla musica dal vivo, hanno fortemente emozionato la sala gremita interpretando uno dei più brani italiani più conosciuti al mondo, “Caruso” di Lucio Dalla.

Istituzioni e importanti ospiti hanno omaggiato l’evento internazionale dedicato all’eccellenza Cristoforo Colombo e in sala, alcuni coinvolti a sorpresa nella consegna dei premi. Erano presenti, tra gli altri, l’Ambasciatore Giovan Battista Campagnola, il Dott. Gianfranco Zinzilli, Vice Direttore vicario RAI direzione offerta estero, l’Avv. Marco De Fazi, vice presidente NIABA, delegato per l’Italia, l’Avv. Giampaolo Girardi del NIABA, il Dott. Alberto Terilli, Rappresentante del Ministero della Salute, componente della Commissione Giuridica della FIGC – Federazione Italiana Gioco Calcio e responsabile per lo Sport presso l’ateneo di Tor Vergata in Roma,  l’Avv. Michele Pignata, studio di internazionalizzazione per rapporti di sviluppo con impese italiane e paesi esteri, Dott. Giuseppe Sarnella, Confimpresa Turismo Lazio, Dott. Giuseppe Parise, Associazione Calabresi nel Mondo, Dott. Daniele Improta, Confederazione Associazioni Professionali, e la Dott.ssa Laura Mazza, Segreteria Parlamento del Mediterraneo.

Una sorpresa è stata riservata all’organizzatore che ha ricevuto un bellissimo dipinto ritraente Cristoforo Colombo e la sua condizione umana donato da Vivian Belmonte, docente di discipline grafiche e pittoriche presso il liceo artistico “Alberto Galizia” di Nocera Inferiore (Salerno) e professionista delle arti visive. Il presidente di Fondazione ITALY ha apprezzato molto il dono dichiarando che diverrà la mascotte del COLUMBUS INTERNATIONAL AWARD e che verrà esposto in occasione delle prossime edizioni, in Italia e all’estero.

In rappresentanza di UNITED International Media Partners, giunta direttamente dall’Australia, ha preso la parola per un breve saluto la Prof.ssa Anna Maria Lo Castro, Direttore editoriale del settimanale di Sydney Allora! – Italian Australian News. Molto apprezzati i saluti giunti via video direttamente dall’America, uno a cura del Console Onorario di Orlando, l’Avv. Antonella Brancaccio Balzano, che ha invitato l’organizzatore e la presentatrice a fare una Special Edition proprio a Orlando, e l’altro da parte dell’Avv. Frank SommarioPresidente di NIABA – National Italian Amercian Bar Association.

Si è passati così alla seconda parte dell’evento: le premiazioni. Il primo chiamato per la Sezione Excellence (riservato alle aziende) è stato TOS – Travel On Set. Hanno ritirato il premio Ermelinda Maturo, ideatrice e fondatrice di Travel On Set, Angela Bellia, Executive Manager and Producer Travel on Set, e Andrea Bifolco, CEO e cofondatore di Travel On Set. Subito prima della premiazione l’attrice Loretta Micheloni ha letto la bella e toccante storia di Maturo, dagli esordi fino a TOS, scritta da Irene Tedone. Motivazione: Per essere l’azienda leadership nell’industria del turismo cinematografico.

E’ stata poi la volta del fondatore del Gruppo Genesis InteriorsRoberto Lottini, premiato nella Sezione Amazing (riservato alle persone). Motivazione: Per aver diffuso in tutto il mondo il design italiano, il Made in Italy e la tradizione artigianale italiana negli interni di super yacht personalizzati e superbamente realizzati a mano.

Una grande onore poi la premiazione per la Sezione Excellence, alla presenza del Luogotenente Fabio Tassinari e della mascotte, il cagnolino Vice Brigadiere Briciola, della Fanfara dei Carabinieri a cavallo del 4° Reggimento. Motivazione: Per i grandi successi ottenuti a livello internazionale e per aver portato l’orgoglio e il talento italiano nel mondo. Ancora Sezione Amazing con il premiato Gino Venturi, da sempre impegnato per la promozione e la valorizzazione della cultura italiana nel mondo. Motivazione: Per la sua dedizione nel diffondere la lingua italiana e promuovere la certificazione della sua conoscenza.

Si è passati a Ruggero Marino, colto di sorpresa in quanto era stato appositamente tenuto all’oscuro del premio lui assegnato nella Sezione Amazing.  Motivazione: Per gli studi condotti negli ultimi 30 anni e la dedizione profusa alla scoperta della verità verso l’eccellenza italiana Cristoforo Colombo.

Sezione Excellence con FENIK, progetto rivoluzionario in termini di ambiente, inquinamento, smaltimento rifiuti e energia. Ha ritirato il premio il project manager Patrizia Pier Federici de Sigestro. Motivazione: Progetto ecologico, ambientale e socio umanitario.

Ancora Sezione Amazing con SkyMano, nuova disciplina sportiva tutta italiana. Ha ritirato il premio Michele Panzarino, l’inventore. Motivazione: Nuova disciplina sportiva internazionale, adatta a tutti e centro di inclusione, frutto dell’eccellenza italiana.

Per la Sezione Excellence premio assegnato a Puglia Top Quality, ritirato da Giusi Malcangi. Motivazione: Per aver promosso e diffuso le eccellenze enogastronomiche italiane, esaltando le qualità uniche e inimitabili del Bel PaeseE’ stata poi la volta di Germania Marisol Cobos Flores, premiata nella nuova sezione, istituita per questa IV edizione, la Sezione Media Operator. Motivazione: Per aver promosso la lingua e la cultura italiana attraverso il programma radiofonico “Hola mi gente – Ciao amici” in onda sulla prestigiosa Radio Vaticana, instaurando connessioni di comunicazione e integrazione.

Ha chiuso la cerimonia di premiazione un personaggio legato al mondo dello spettacolo e degli eventi che ha fatto la storia della musica nazionale e internazionale. Dopo la proiezione di un video celebrativo, sulle note di “Volare” di Domenico Modugno, personaggio a lui molto legato, e accompagnato dai suoi due figli Gigliola e Adriano Junior, è stata la volta di Adriano AragozziniPremio alla Carriera al COLUMBUS INTERNATIONAL AWARD – Roma Special Edition. Motivazione: Per aver contribuito a promuovere la musica italiana nel mondo e la musica internazionale in ItaliaAragozzini ha anche ricevuto la targa ricordo che la Regione Liguria ha fatto giungere in occasione della premiazione.

Organizzato in collaborazione con MaMa communicationUNITED International Media Partners e Social Future Project Italia, molte le adesioni da parte di importanti associazioni e realtà internazionali che hanno voluto dare il proprio contributo culturale e un appoggio morale a un convegno premio d’eccellenza. Partners di questa IV edizione sono NIAF – The National Italian American FoundationNIABA – National Italian American Bar Association, l’associazione degli avvocati italo-americani, DOVE – Dove Vivo all’EsteroDIVE – Donne Italiane che Vivono all’Estero Los AngelesLittle Studio FilmsNJIHC – New Jersey Italian Heritage Commission, Hoboken Italian Festival e Filitalia International.

Oltre 20 i Media Partners internazionali, tutti italofoni, che non hanno voluto mancare a questo importante appuntamento internazionale legato alla cultura, all’eccellenza e al Made in Italy, grazie anche al fattivo aiuto di UNITED International Media Partners, canale internazionale di comunicazione: Radio WGBB Long Island (America), Il Marco Polo (Canada), Musicalissima (Argentina), Radio La Luna (Argentina), Italian’s News Radio (America), Hola mi Gente – Ciao Amici Radio Vaticana (Stato del Vaticano), Gazzetta italo brasiliana (Brasile), ICN Radio New York (America), Agenzia Italia InformaLa Voce (America), La Voce d’Italia (Spagna/Venezuela), Radio Internazionale Genk (Belgio), Christopher Magazine (America), Radio Blu Italia (Australia), Radio TV Chin (Canada), Italian’s News (America), The Hearth of Showbusiness (America), The Wiseguyz Show (America), Allora! (Australia), Corriere Canadese (Canada) e ASIB – Associazione Stampa Italiana in Brasile. Support Partners: Top Quality Italian ProducersAdviceTourism, Santero 958 e Bottega Branca – Creazioni in Ceramica. Istituzioni, Partners, Media Partners e Support Partners insieme per una più ampia comunicazione e diffusione dell’orgoglio italiano nel mondo!

La bellissima sigla di apertura, così come la sigla finale con i titoli di coda, ha visto anche quest’anno la partecipazione del Dammen Quartet, il suono inimitabile di un quartetto d’archi tutto al femminile, formato da Ianina Iancovenco – primo violino, Elisabetta Ligresti – secondo violino/cajon, Alexandra Butnaru – viola, e Sunah Choi – violoncello. Fotografo ufficiale dell’evento è stato Maurizio Pagliari, in arte The Cat e tutta la parte grafica è stata affidata a Joe Kage. Per i video, mix, montaggio, sigle e parte tecnica il ringraziamento va invece al fattivo operato di Andrea Castello e Fabio Chiavassa. Ufficio Stampa a cura di Marina Bertucci e Goffredo Palmerini, unitamente a UNITED International Media Partners.

Grazie a Elena AntoniniGloria Cacciamani, Sonia Cerasa e Giada Cirone e, che coordinati da Maria Rosa Borsetti, hanno gestito gli accessi in sala e l’accoglienza dei giornalisti. Grazie a Giorgia Piccinonno e a Giada Mustarelli per l’aiuto in sala.

I premi, dei bellissimi piatti artigianali in ceramica ritraenti il logo del COLUMBUS INTERNATIONAL AWARD e personalizzati per ciascun premiato, sono stati realizzati da Bottega Branca – Creazioni in Ceramica, grazie alla maestria di Agostino Branca, presente in sala e che ha dato un breve saluto in occasione della presentazione degli stessi. Branca a sorpresa ha donato un bellissimo piatto appositamente personalizzato per l’organizzatore. 

A conclusione c’è stata la distribuzione degli Attestati di Partecipazione agli ospiti presenti e alle realtà coinvolte. Al termine del convegno i relatori, i premiati e i prestigiosi ospiti sono stati invitati a partecipare a un aperitivo informale che ha avuto luogo presso i locali della Caffetteria Al Parlamento, in Piazza del Parlamento, 4. Il momento conviviale è stato organizzato grazie alle aziende aderenti a Top Quality Italian Producers, produttori italiani che, negli Stati Uniti, promuovono il Made in Italy e la dieta mediterranea con missioni imprenditoriali e B2B in collaborazione con Accent Pr Mdr di Boston. A rappresentare l’Italian Producers USA c’erano produttori e importatori del calibro di Leonardo Bozzi e Angel Mingues oltre a vari componenti della formazione imprenditoriale:

•        Pasquale Allegrini, imprenditore emigrato negli USA nel 2017 che importa e distribuisce prodotti tipici del Made in Italy, come ad esempio la burrata, con la sua LittleItalyHawaii.

•        Azienda Moroso di Roberto e Patrizia Moroso, azienda learder nella realizzazione di  divani, poltrone e complementi d’arredo. Moroso con 70 anni di storia alle spalle è entrata nei luoghi più belli del mondo, fra cui il Moma di New York, il Palais de Tokyo, il Grand Palais a Parigi, La Biennale di Venezia e il Victoria & Albert Museum di Londra.

•        Gelao Food, importatore Francesco Gelao, la cui famiglia è emigrata a Chicago, che esporta prodotti del Made in Italy in America, Europa e altri mercati internazionali.

•        Lucia Casoli e Nicola Mecca di Pasticceria Casoli – La Passionata di Troia Foggia –  Il nome già esprime tutto: Passio-nata ovvero nata dalla passione. L’idea era quella di creare un prodotto la cui bellezza e bontà esprimesse i profumi, i colori e i sapori del territorio.

•        Azienda Micco di Michele Colella, produzione artigianale di conserve di qualità con il laboratorio a conduzione familianre a Corato (Bari).

•        Masseria Monache di Alberto Argentieri, struttura ricettiva e azienda agricola specializzata in produzione di Olio Extravergine di Oliva tradizionale e aromatizzato, a San Pietro Vernotico (Brindisi)

•        Antonio Pio Mele, nasce come maestro calzolaio e si evolve con un atelier in centro a Milano dove esporta in tutto il mondo.

•        Ecolab di Paolo Monzani, startup all’avanguardia nel settore della pulizia ecologica e nanotecnologica.
 La sua missione è rivoluzionare il settore della detergenza offrendo prodotti altamente efficaci che rispettano l’ambiente.

•        La Bella Contadina di Ortanova, eccellenti conserve e olive di Cerignola.

Eccellenti i vini e spumanti offerti dalla prestigiosa Santero 958, leader di settore, con la presenza anche di Alessandro Mustarelli, che ne ha esaltato le qualità organolettiche e olfattive. E’ necessario ricordare che è stato un evento su iniziativa di Fondazione ITALY e che le opinioni e i contenuti espressi nell’ambito del convegno sono nell’esclusiva responsabilità dei proponenti e dei relatori e non sono riconducibili in alcun modo al Senato della Repubblica o ad organi del Senato medesimo. Il COLUMBUS INTERNATIONAL AWARD è stata l’occasione per parlare dell’Italia, delle sue eccellenze, della cultura italiana, a 360°, degli espatriati, dell’unicità del Bel Paese, dell’indiscusso talento italiano e del bello che ci contraddistingue nel mondo, ancor più consapevoli che solo INSIEME … si è più forti!  L’appuntamento con il COLUMBUS INTERNATIONAL AWARD è per il 2024. In America e in Canada? Chissà, potrebbe essere. 

CATEGORIE
TAGS
Condividi