Abruzzo Regione. Marsilio cancella la Riserva del Borsacchio, Mariani: “Atti fatti nottetempo”. Giunta Nugnes:” Critica metodo non partecipativo”.

Abruzzo Regione. Marsilio cancella la Riserva del Borsacchio, Mariani: “Atti fatti nottetempo”. Giunta Nugnes:” Critica metodo non partecipativo”.

(wn24)-L’Aquila – “Quello che è avvenuto stanotte è una vergogna e rispetta il caos che si è vissuto nell’Aula del Consiglio Regionale dal tardo pomeriggio di ieri e fino a notte inoltrata! Una maggioranza di centrodestra allo sbando, alle prese più con i litigi interni per far quadrare i conti delle richieste dei vari consiglieri che a pensare al bene degli abruzzesi, con emendamenti infilati all’ultimo secondo, spesso nottetempo” sottolinea il Consigliere e Capogruppo di “Abruzzo in Comune” Sandro Mariani.

L’emendamento inerente la riperimetrazione della Riserva del Borsacchio nel territorio comunale di Roseto degli Abruzzi per esempio è stato presentato solo alle due e mezza di notte ed è arrivato all’attenzione dei consiglieri regionali solo al momento di votare: non si è avuto nemmeno il tempo materiale di avere contezza del contenuto all’atto del voto, dove tra l’altro io personalmente ero momentaneamente fuori dall’Aula perché salito in ufficio a ritirare una copia cartacea degli emendamenti. Tutti i consiglieri potranno confermare che il file è stato caricato sulla piattaforma di condivisione degli emendamenti solo nel momento in cui si è riaperta la seduta e si doveva votare, impedendo di fatto di poter presentare sub-emendamenti o altro” prosegue Mariani.

Si è trattato quindi dell’ennesimo blitz orchestrato dalla maggioranza di centrodestra che distrugge, con un autentico colpo di mano, la Riserva del Borsacchio riducendola ad appena 24 ettari rispetto ai 1.000 originali – rincara il Capogruppo di “Abruzzo in Comune” – questo, quando invece sarebbe bastato intervenire sui vincoli e riscrivere, insieme al territorio, le regole di gestione della Riserva stessa. Marsilio e i suoi hanno invece preferito “sforbiciare” una delle aree naturalistiche più belle e interessanti della provincia di Teramo senza il benché minimo rispetto per i percorsi di concertazione e condivisione che si stavano portando avanti, per l’Amministrazione, la collettività e le tante associazioni rosetane che da anni lavorando per valorizzare questa risorsa”.

In tal senso già dai prossimi giorni sarò al fianco dei cittadini e della politica rosetana tutta per trovare la soluzione più idonea per far tornare l’attuale governo a guida centrodestra sui suoi passi. Siamo infatti dinanzi ad un vero e proprio scempio perpetrato da una maggioranza miope ed arrogante, che speriamo dal prossimo 10 marzo possa tornare minoranza nella nostra regione. Già da ora garantisco il mio personale impegno a lavorare per ridefinire il perimetro della Riserva mettendo riparo ai danni causati da Marsilio e dai suoi” conclude Mariani”.

Comunicato Amministrazione Comunale Roseto

(wn24)-Roseto – “Siamo increduli e sconcertati di fronte a ciò che abbiamo appreso, al momento solo in via ufficiosa, rispetto all’emendamento al Pdl 379/2023 (modifiche all’art. 69 della L.r. 6/2005, comma 2, nella legge regionale 8 febbraio 2005, n. 6 “Istituzione della Riserva naturale guidata “Borsacchio” nel Comune di Roseto degli Abruzzi (TE) – sostituzione cartografia allegata) presentato ieri sera in Consiglio Regionale a firma di cinque Consiglieri che avrebbe completamente rivisto la perimetrazione della “Riserva del Borsacchio” rispetto ai confini attuali” dichiarano il Sindaco di Roseto degli Abruzzi Mario Nugnes e l’Amministrazione rosetana.

Francamente oltre al metodo scelto, assolutamente non partecipativo, quello che ci lascia profondamente sconcertati è il fatto che l’Amministrazione comunale e il territorio non siano stati assolutamente coinvolti in questa decisione che andrà a incidere profondamente sul futuro sviluppo del nostro territorio” rimarca il primo cittadino e l’Amministrazione. “Attendiamo ora di leggere gli atti ufficiali e di vedere le relative planimetrie in modo da poterle valutare attentamente e, nel caso, ci riserviamo di confrontarci con il territorio, i cittadini e tutte le associazioni e di agire negli interessi della comunità rosetana completamente tagliata fuori dalla ridefinizione dei confini della Riserva”.

In tal senso chiederò alla conferenza dei Capigruppo la convocazione di un Consiglio ad hoc per poter affrontare questa delicata tematica, dandole il giusto peso e invitando a partecipare tutti i rappresentanti della Regione che hanno firmato l’emendamento, il Presidente Marsilio” conclude il Sindaco Nugnes.

CATEGORIE
TAGS
Condividi