Roseto. Approvato progetto di fattibilità della nuova sede del consultorio

Roseto. Approvato progetto di fattibilità della nuova sede del consultorio

(wn24)-Roseto –  Più vicino il ritorno di tutti i servizi del Consultorio familiare a Roseto degli Abruzzi, alcuni dei quali sono stati spostati temporaneamente a Notaresco a causa dei lavori avviati dalla Asl nella sede del Dsb di via Adriatica per realizzare la Centrale Operativa Territoriale.
E’ stata ratificata dalla Giunta Comunale, infatti, la Delibera con la quale è stato approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica per il recupero dei locali di via Marina che andranno ad ospitare le attività del Consultorio familiare. Un atto che fa seguito alla variazione di bilancio approvata nel mese di novembre con la quale sono state stanziate le somme necessarie per l’intervento (circa 75mila euro) e che rappresenta un passaggio fondamentale verso l’avvio dei lavori e, quindi, la conseguente apertura della struttura. Il progetto di fattibilità tecnica ed economica ha lo scopo di identificare la soluzione migliore data dall’analisi costi-benefici, ovvero una valutazione del progetto basata sulla misurazione e l’equiparazione diretta ed indiretta di tutti i costi e benefici.
Come già sottolineato in diverse occasioni l’Amministrazione Nugnes ha ritenuto necessario dare una pronta risposta ad un’emergenza che di certo non è stata causata dal Comune e si è subito mossa per individuare una sede alternativa dove ospitare il Consultorio. La scelta, dopo una approfondita e rapida interlocuzione con la Asl di Teramo, è ricaduta sui locali già di proprietà comunale siti in via Marina a Roseto sud, in prossimità delle altre strutture in uso alla Asl di Teramo. Locali idonei a livello di spazi e che potranno, con pochi interventi, essere messi al più presto a disposizione, così da avere in un’unica struttura tutti i servizi già presenti nel Consultorio e dislocati al momento nei locali di “Casa Rosa” e a Notaresco. L’approvazione della Delibera, quindi, rappresenta il primo step dell’iter progettuale, che porterà all’affidamento e all’esecuzione dei lavori.

“Stiamo lavorando con celerità, ma nel rispetto dei tempi necessari e imposti dalla procedura e dalle regole, per concludere il percorso che permetterà di far tornare i servizi del Consultorio a Roseto degli Abruzzi – afferma il Sindaco Mario Nugnes – Questo risultato è stato frutto di un dialogo costante con i vertici della Asl e della ferma volontà, da me manifestata in ogni sede, di tutelare gli interessi della nostra comunità. Ma è stato merito anche dell’impegno costante dell’Amministrazione Comunale che ha trovato i fondi necessari per realizzare l’intervento di adeguamento dei locali e che, grazie al grande lavoro degli uffici, ha realizzato in proprio il progetto concordato con i tecnici della Asl. Approfitto dell’occasione per ribadire, come sancito anche dai vertici aziendali dell’Azienda Sanitaria Locale di Teramo, che una volta terminati i lavori di adeguamento dei locali di via Marina tutti i servizi afferenti al Consultorio Familiare torneranno in pianta stabile a Roseto degli Abruzzi in un’ottica di implementazione degli stessi in vista della realizzazione della Casa di Comunità”.

CATEGORIE
Condividi