Libri&Editoria. Giulianova: presentazione del romanzo “La ragazza del triangolo bianco” di Massimo Taras

Libri&Editoria. Giulianova: presentazione del romanzo “La ragazza del triangolo bianco” di Massimo Taras

(wn24)-Giulianova(TE) –  Sabato 10 febbraio verrà presentato “La ragazza del triangolo bianco” di Massimo Taras nel Loggiato “Riccardo Cerulli”.

Sarà presentato sabato 10 febbraio alle ore 17, negli spazi del Loggiato “Cerulli”, sotto piazza Belvedere, il romanzo “La ragazza del triangolo bianco” di Massimo Taras. L’iniziativa dell’associazione culturale “Il Faro”, in collaborazione con i musei e la biblioteca civica “V. Bindi”, si svolgerà in occasione della mostra itinerante del Museo della Shoah di Roma dal titolo “La Razza nemica. La propaganda antisemita nazista e fascista”, in corso fino al 18 febbraio ed allestita nello stesso Loggiato.

“La ragazza del triangolo bianco” è un romanzo che, attraverso l’espediente dell’intervista, trasporta il lettore all’interno di un campo di transito tedesco del Nord Italia realmente esistito, presentando una vicenda d’amore, amicizia e violenza. Il libro narra una storia in cui il sentimento riesce a prevalere sulle condizioni proibitive di un lager nazista, cercando di far capire, ancora una volta, cosa significò quell’inferno, ma soprattutto raccontando la capacità di chi, invece, fu pronto a vivere un sentimento d’amore in mezzo a tanta disumana violenza. L’autore dialogherà con la scrittrice Lorena Marcelli. L’incontro sarà scandito inoltre dalla lettura di brani tratti dal volume a cura di Sara Palladini e dall’esecuzione musicale affidata a Nancy Fazzini.

Porteranno i loro saluti il Vice Sindaco di Giulianova, Lidia Albani, e il Presidente della Provincia di Teramo Camillo D’Angelo.

“La ragazza del triangolo bianco” di Massimo Taras, Bertoni Editore.

Per Stefan, ex Ufficiale delle SS, dimenticare il proprio passato è impossibile. Quando un giovane giornalista inglese, Dave Wilson, a trent’anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, giunge a intervistarlo, l’uomo rivive il tormento interiore degli orribili fatti di cui è stato protagonista, diviso tra il proprio ruolo di aguzzino e l’affetto per due prigionieri del campo di transito che gestiva come vicecomandante: l’amico Lorenzo e sua sorella Sara, che Stefan amava ma di cui ignora il destino. A poco a poco, la dolorosa vicenda si dipana, tra violenza e speranza, difficili equilibri e momenti di coraggio, mentre Stefan lotta per aiutare gli amici senza farsi scoprire e mettere così in pericolo sia loro sia se stesso. Ma il tempo stringe e mentre cerca di organizzare la loro fuga, una sanguinosa rivolta dei prigionieri fa precipitare la situazione.

CATEGORIE
TAGS
Condividi