L’Aquila. Truffa con i fondi Covid-19: sequestrati beni per oltre centomila euro

L’Aquila. Truffa con i fondi Covid-19: sequestrati beni per oltre centomila euro

(wn24)-L’Aquila – La GDF de L’Aquila, nell’ambito di alcune indigaini sull’utilizzo di fondi pubblici, ha scoperta l’enneisma truffa perpetrata con i fondi Covid-19. In seguito ha sequestrato beni per oltre 100mila euro, esattamente 115 per delle somme ricevute indebitamente da alcuni tesserati di un’associazione sportiva dilettantistica.

I collaboratori sportivi hanno ottenuto, con la compiacenza del presidente e del segretario amministrativo dell’ASD, allegando nella domanda accordi di rimborso spese predatati e posticci.

Il Gruppo della Guardia di Finanza, diretto dal tenente colonnello Luca Lauro, ha recuperato le somme di denaro percepite indebitamente che erano state elargite dallo Stato in uno dei momenti di maggior difficoltà attraversati dall’Italia.

In particolare  i due dirigenti dell’associazione sportiva avevano ideato e predisposto gli accordi di rimborso spese retrodatati, contattando ogni singolo giocatore, attraverso la piattaforma di messaggistica istantanea WhatsApp, facendosi mandare la foto delle firme che, successivamente, avevano scansionato e riportato sugli accordi, allegati alle domande presentate, facendo ottenere ai tesserati (molti dei quali all’epoca dei fatti minorenni) indennità non dovute per gli anni 2019/20 e 2020/21.

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale dell’Aquila ha disposto nei confronti dei dirigenti dell’ASD il sequestro della somma indebitamente ottenuta.

CATEGORIE
TAGS
Condividi