Terremoto di magnitudo 4.1 avvertito tra Abruzzo e Marche alle ore 13.18

Terremoto di magnitudo 4.1 avvertito tra Abruzzo e Marche alle ore 13.18

(wn24)-Redazione – Scossa di terremoto nel centro Italia oggi giovedì 9 giugno con magnitudo 4.1 alle ore 13.18, avvertito tra Marche Abruzzo, con epicentro nella Provincia di Ascoli Piceno, avvertito maggiormente a San Benedetto del Tronto. Il sisma è stato distintamente avvertito dalla popolazione con numerose segnalazioni apparse sui social e sono arrivate sia dalla provincia di Ancona  che da Porto San Giorgio, in provincia di Fermo, ma soprattutto da San Benedetto del Tronto(AP).

La scossa è stata registrata attorno alle 13.18 di oggi e avvertita anche in molte zone dell’Abruzzo e persino lungo la Riviera romagnola. Le stime ufficiali, a cura dell’Ingv, indicano che il terremoto ha avuto magnitudo superiore a quattro gradi della scala Richter, precisamente 4.1 (inizialmente valutato come 4.2), ma con epicentro nel mare adriatico, a pochi chilometri dalla costa Marchigiana Picena, in corrispondenza di San Benedetto del Tronto, con coordinate geografiche (lat, lon) 43.0380, 13.9720.
L’epicentro del fenomeno sismico invece è stato individuato dai sismografi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ad una profondità di circa 11 chilometri. Sempre secondo l’Ingv, i comuni più prossimi all’epicentro del terremoto sono quelli di Cupra Marittima e Grottammare, in provincia di Ascoli Piceno. Nel raggio di 15 km dall’evento anche i comuni di San Benedetto del Tronto, sempre ad Ascoli Piceno, ma anche Pedaso, Campofilone e Altidona, in provincia di Fermo.

CATEGORIE
Condividi