CIRSU. Il sindaco Mastromauro: “Qui si continua con la disinformazione”. Ed esibisce le cifre relative al debito del Comune.

spazzatura

Giulianova –Ma non è possibile continuare con questo disco rotto, sventolando disinvoltamente cifre del tutto false. Qui si continua a fare disinformazione. L’ho già detto e lo ripeto: il Comune di Giulianova onora i suoi debiti e riguardo l’entità del suo debito ecco i numeri”. Il sindaco Francesco Mastromauro, dopo le puntualizzazioni dell’11 aprile scorso con cui smentiva i 3 miloni di euro di debito che secondo il sindaco di Morro d’Oro CIRSU vantava dal Comune di Giulianova, torna nuovamente sulla questione per sgomberare il campo da ogni equivoco, indicando analiticamente i crediti complessivi vantati dal CIRSU.

anno 2009, servizio effettuato mese di dicembre: €  241.932,50;

 anno 2010, servizio effettuato mese di novembre: €  342.154,85;

anno 2010, servizio effettuato mese di dicembre: €  523.522,02;

                                              totale anno 2009 e 2010    € 1.107.609,37

               Conguaglio tariffe (transazione)

Fattura n° 156/2010                                                     €   573.726,41

Fattura n° 157/2010                                                     €   106.010,22

Fattura n° 158/2010                                                     €     73.817,92

                                                         Totale                 €   753.554,55  

                                                        Totale A + B        € 1.861.163,92

 

anno 2011, servizio mese di gennaio liquidato

anno 2011, servizio effettuato mese di febbraio: € 512.527,13.

Al milione e 861.163,92 euro deve essere però detratto un milione di euro, oggetto di proposta di transazione votata dal Consiglio comunale il 9 dicembre scorso, sulla scorta di analoga decisione assunta dal CdA del CIRSU, somma da erogare in due rate, la prima entro il 31 dicembre 2011 e la seconda entro il 30 giugno 2012. Quindi, in totale, il nostro debito fisiologico si riduce a 861.163,92 euro. Da questa somma – prosegue il sindaco – sono stati già tolti gli importi derivanti da  mancata o parziale effettuazione dei servizi, secondo la verifica effettuata dagli uffici. Ora spero che la situazione sia chiara”, conclude il sindaco, “e che io non sia più costretto ad intervenire smentendo chi ama fare il balletto di cifre, non so se  per gettare fango sull’amministrazione o per il gusto, sicuramente discutibile, della polemica ad ogni costo”.

CATEGORIE
TAGS
Condividi